Renault KWID, il buggy per la conquista dell’Oriente

Renault KWIDRenault KWID
anteprime / 5 febbraio 2014

Renault ha svelato il KWID al Salone dell’Auto di New Delhi, una concept car per i mercati emergenti, come l’India. Un concentrato di design e equipaggiamenti «hi-tech», per attirare i giovani consumatori.

Realizzato grazie all’apporto tecnologico di Renault Design India, spicca per gli  sbalzi molto ridotti, le sue ruote sovradimensionate e i parafanghi che fanno sembrare il KWID  simile a un buggy.

Ispirato ai nidi degli uccelli, l’interno di  è progettato per avvolgere come un accogliente bozzolo. Dispone anche di climatizzatore posteriore con comandi posti sullo schienale del sedile del conducente e di una ventilazione attraverso dei fori concentrici. La plancia di bordo ha la forma di un tablet integrato che permette di accedere alle varie funzionalità del «Flying Companion». Emergendo dalla parte posteriore scorrevole del tetto  il «Flying Companion» può essere attivato in due modalità: la modalità «automatica», che utilizza una sequenza di guida pre-programmata e la localizzazione tramite GPS, e la modalità «manuale», che permette di controllare il suo funzionamento tramite i comandi del tablet a bordo del veicolo. Il «Flying Companion» può essere utilizzato per svariati scopi, come ricevere informazioni sul traffico, scattare foto al paesaggio, o rilevare ostacoli sulla strada.

Il KWID ha anche la conformità «Z.E. ready» - è predisposto  per l’eventuale integrazione di batterie per un utilizzo 100% elettrico. È anche equipaggiato di una presa di corrente posta dietro al logo Renault. E’alimentato da un motore turbo a benzina downsized (1,2 litri) di ultima generazione, abbinato ad un cambio a doppia frizione EDC.

 

 

Renault KWID

Renault KWID