Ecco la Topolino, la supercompatta 2+2, lunga circa 3 metri, che nel 2011 adotterà il telaio derivato dalla Panda e dalla 500, con passo accorciato.
Il punto di forza di questo modello sarà il bicilindrico Multiair di meno di un litro (900 cm3) che sulla piccola Fiat sarà proposto in versione aspirata e turbo, da 65 e 80 cv.
La Topolino, di cui vi anticipiamo le linee nel disegno di Lorenzo Preti di Graphicar, avrà quindi caratteristiche tecniche  simili a quelle dei due modelli da cui prende origine: questo permetterà di contenere i costi e i prezzi di listino, grazie alle importanti sinergie produttive.
È stata preferita questa soluzione a quella impostata inizialmente del “tutto dietro”, come sulle mitiche 500 e 600, che avrebbe favorito l’abitabilità, ma con costi nettamente superiori. Il bicilindrico a benzina di 900 cm3, che debutterà nei prossimi mesi sulla 500 in versione sovralimentata e sarà poi montato sulle altre utilitarie del Gruppo e infine anche sulla Topolino.
Tutto in linea con i limiti severissimi alle emissioni inquinanti, che saranno introdotti nei prossimi anni in molte nazioni, a cominciare dagli Stati Uniti, imporranno la presenza in listino di modelli compatti e leggeri, con motori piccoli ed economici, o in alternativa elettrici, capaci di ridurre al minimo le emissioni. Più ancora delle effettive richieste dei mercati saranno quindi queste normative a spingere i costruttori nella direzione delle superutilitarie.

Che ne dite, vi piace?

Cerchi una Fiat usata o km/0?