Quando si parla di Alfa Romeo le braci covano sempre sotto la cenere. L'ultimo "strillo" sulla casa del Biscione è stato riportato dall'inglese Autocar, che ha prospettato l'adozione di un motore turbodiesel per la prossima generazione della Mazda MX-5, la spider best seller che darà origine anche alla prossima Alfa Romeo Spider (Duetto ?) che dovrebbe riportare in auge un modello che ha fatto al fortuna del Marchio italiano. Un turbodiesel su una due posti scoperta è destinato sempre a creare dibattito. Ma sarebbe una soluzione per abbattere emissioni e migliorare consumi. E sarebbe anche l'unico turbo adottato da Mazda per la futura MX-5 (i benzina dovrebbero essere aspirati) mentre l'Alfa Spider, attesa per il 2015 avrà i 4 cilindri italiani, tutti sovralimentati dal 1.4 TB da 120 cavalli fino all'esuberante 1.750 TBi, ora disponibile a 235 cv (Giulietta) e 240 cv in alluminio (4C) ma che potrebbe arrivare sulla soglia dei 300 cv. Rimanendo comunque in cilindrate contenute. Proprio per questo il diesel potrebbe rimanere solo su Mazda, lasciando le Alfa Duetto coi turbo benzina. Ma è ancora tutto da decidere, anche perché i due modelli si dovranno spartire un mercato che si aspetta innovazione e prestazioni, oltre che lo stile. Quello che invece sarà comune riguarda le tecnologie SkyActiv di Mazda dedicate a contenere la massa delle vetture. Ovvero materiali resistenti e leggeri e tecniche di assemblaggio e costruzione modernissime, che dovrebbero permettere, secondo i progetti degli ingegneri giapponesi, di limitare il peso a soli 800 kg. Prospettiva molto  interessante per un altra trazione posteriore del Biscione, che avrà cambio manuale a 6 marce o automatico con palette al volante. Francesco Forni