Fiat 124 Spider, la scoperta sarà anche Abarth. La rodaster che avrebbe dovuto essere Alfa Romeo in virtù di accordi del Gruppo Fiat con Mazda avrà invece sul cofano i due marchi torinesi. Come ha detto Marchionne, almeno fino al 2018 tutte le Alfa saranno costruite in Italia. La "dritta" per questa scelta era arrivata a Marchionne da Harald Wester, che è capo dei marchi Alfa, Maserati e Abarth e per quest'ultima ha incentivato  il rilancio con una scoperta in linea con la tradizione, avendo il brand dello Scorpione vinto nel rally due campionati europei fra il 1972 e il 1975. Dalla nuova MX-5 che sarà prodotta nello stabilimento Mazda di Hiroshima in Giappone a partire dal 2015, sarà quindi derivata la Fiat 124 Spider, che vedete nell'anticipazione di Lorenzo Preti (Graphicar): porterà in dote la piattaforma nipponica, che si annuncia molto leggera e a trazione posteriore. I motori del nuovo modello saranno italiani, i 1.4 e 1.750 turbo multiair. Non sarà il modello per sfondare sul mercato, ma dovrà contribuire a rilanciare l'immagine dei prodotti italiani. L’obiettivo totale di Fiat Chrysler Automobiles è di passare dagli attuali 4,3 milioni di veicoli prodotti a 7 milioni nel 2018. Un progetto enorme, che comporterà un investimento importante, ovvero quasi 50 miliardi di euro per realizzare 34 nuovi modelli nei prossimi cinque anni di cui la Fiat 500X sarà la prima.  

Fiat 124 Spider, l'anticipazione di Lorenzo Preti (Graphicar)