Sergio Marchionne lo ha confermato al Salone di Ginevra, la Fiat 124 Spider, epico modello degli anni '60/'70, tornerà sulle strade. Come noto, sarà costruita sulla base della nuova Mazda MX-5, il cui primo esemplare è uscito dalle linee di produzione di Hiroshima. E la scoperta avrà anche una versione ancora più sportiva, marchiata Abarth, forte di un passato vincente nel motorsport, il rally in particolare. Dalla Miata quindi deriverà la Fiat 124 Spider, che vedete nelle anticipazioni di  Lorenzo Preti (Graphicar). La  la piattaforma sarà  nipponica, leggera e a trazione posteriore. Design (con citazioni vintage) e motori della Fiat 124 Spider saranno italiani: probabilmente i turbo benzina 1.4 e 1.750 turbo multiair, capaci di prestazioni elevate, anche oltre 200 cavalli per il quattro cilindri più grande. Sarò un modello di nicchia, affiancato in futuro dalla più grande Alfa Romeo Duetto, che avrà un altro pianale e sarà interamente realizzata in Italia, come tutte le Alfa, Ferrari e Maserati, i trio del lusso e dello sport voluto dall'ad di FCA. La 124 Spider, frutto di questa sinergia italo-giapponese, sarà volta a dare prestigio al Marchio Fiat e anche ad Abarth, con un prodotto in linea con la gloriosa tradizione dello Scorpione.  

Fiat 124 Spider, si farà anche Abarth