Per un marchio che fa della tradizione, dell'artigianalità alla sua massima espressione, dello stretto legame con la propria storia, per Rolls Royce, quale sarà il futuro? Il marchio immagina i prossimi 100 anni, lo fa con il concept 103 EX Vision Next 100. Sarà sempre maggiore l'attenzione rivolta ai passeggeri, tanto da rimodulare completamente l'abitacolo. Un motore V12? Per quanto si guardi a orizzonti molto lontani, sarà altamente improbabile, scommettono. Ecco in sostituzione un powertrain elettrico, rivoluzionario non già in sé, quanto per le possibilità alternative che assicura.

Davanti a quelle che tradizionalmente sono le portiere, Rolls Royce 103 EX propone aperture dedicate per i bagagli, sfruttando spazi nuovi ottenuti da un lato dall'architettura elettrica, dall'altro da un telaio che somiglia molto alla struttura di un'imbarcazione. Stilisticamente è provocatoria, i cerchi da 28 pollici carenati, lo Spirit of Ecstasy in cristallo insieme alla calandra a mantenere un legame con il passato, poi la radicale scelta di un pianale più vicino a una barca che non a un'auto per le forme, vista la rastremazione sul frontale e in coda.

Secondo Rolls Royce, il futuro della mobilità nel segmento iper-lusso risiede tutto nella capacità di trasformare l'haute couture del settore moda in un concetto equivalente in ambito automobilistico. Perfezione sartoriale e modelli da ritagliare sulle esigenze del cliente, che presenterà un "suo" concept. Ben oltre quanto accade oggi con i programmi di personalizzazione. L'accesso a bordo di 103 EX avviene con l'intero padiglione che si solleva, conservando un'unica portiera ad apertura tradizionale sul lato sinistro, per un ingresso quanto più possibile agevole. Alto 1 metro e 60, lungo 5 metri e 90, il concept ha le dimensioni della Phantom passo lungo. L'abitacolo è privo di qualsiasi comando: volante, pedali, plancia, concetti che appartengono al passato. Un grande schermo OLED è tutto quel che serve per impartire indicazioni e ricevere info dall'assistente personale Eleanor, incaricata di governare la guida autonoma.

La Wraith History of Rugby

Rolls Royce Wraith Porto Cervo

I materiali sono quelli tipicamente Rolls Royce: tappetini in lana a pelo alto, sofa in seta, pregiato legno in ebano Macassar ricreano un ambiente sontuoso e al tempo stesso essenziale. La visione della casa di Goodwood sui prossimi 100 anni della propria storia è chiara: modelli sempre meno disegnati come automobili e sempre più come sculture individuali.