Due cilindri in meno ma due turbo in più e un motore più compatto saranno il biglietto da visita della versione d'ingresso della prossima generazione dell'Audi R8.

La futura supersportiva di Ingolstadt beneficierà di un downsizing molto sui generis. Ma di fatto abbandonerà il V8 aspirato di 4.2 litri, adottando un 2.9 V6 biturbo, non dissimile, anzi, dalla scelta effettutata per l'Alfa Romeo Giulia Qquadrifoglio.

Il motore però non è una novità, derivando direttamente dal V6 della nuova Panamera 4S, capace di 434 cavalli di potenza e 550 Nm di coppia. Sulla futura R8 il propulsore potrebbe arrivare alla soglia dei 500 cavalli. Garantendo una brillantezza di marcia di primo livello.