Difficile fare meglio sui contenuti. Mercedes Classe E svetta per soluzioni tecnologiche e tecniche. E' lo spunto dal quale sono partiti i designer per tracciare le forme della coupé, ulteriore declinazione del verbo business, in attesa che tocchi alla cabriolet. Si presenta con misure diverse, che contribuiscono a scrivere un'altra presenza scenica. Non solo centimetri, tuttavia. Mercedes Classe E Coupé abbandona alcuni tratti più marcati della tre volumi, si libera di nervature per adottare superfici quasi il più regolari possibili. 

Coupé elegante, gli accenti di sportività si limitano a un bel frontale con ampia calandra dalla griglia differenziata, a seconda che si opti per l'allestimento Avantgarde o AMG Line, la concessione a due gobbe in sul cofano motore e il posteriore con le cromature intorno alle cover degli scarichi. La fiancata, oltre a tracciare una nuova linea dei finestrini, abbandona la nervatura all'altezza delle maniglie, privilegiando forme avvolgenti e continue. 

Attesa differenziazione anche in coda. Come già fatto su Classe C Coupé e Classe S Coupé, dai fari collocati alle estremità si passa a elementi orizzontali. La chicca sulla E Coupé è rappresentata dall'illuminazione sequenziale a led all'apertura e chiusura dell'auto, dall'interno verso l'esterno del faro nel primo caso, viceversa nel secondo. Soluzione scenografica accompagnata da lenti trattate per dare una particolare brillantezza all'intero faro.

L'anteriore adotta luci Multibeam led, composte da 84 led singoli per ciascun proiettore. Più elevato è il numero dei led maggiore è la precisione con la quale il sistema a controllo elettronico riesce a illuminare selettivamente e con la massima potenza la strada senza abbagliare gli altri veicoli. 

I punti di contatto tra coupé e berlina sono parecchi. L'intero comparto multimediale e della connettività a bordo, per cominciare. Si spazia dall'apertura e chiusura dell'auto con lo smartphone (grazie alla tecnologia NFC), proseguendo con la ricarica induttiva dello smartphone e l'amplificazione del segnale ricorrendo all'antenna del veicolo, fino alla configurazione della plancia, il Widescreen Cockpit, composto da due schermi da 12,3 pollici di diagonale, accessorio a richiesta che impreziosisce l'intero abitacolo. Il Comand Online, i sistemi Android Auto e Apple CarPlay? C'è tutto. 

Quattro sedite singole, curate nell'accostamento dei colori, tra pelle e cuciture. L'obiettivo dichiarato in Mercedes è la creazione di un ambiente dai contrasti marcati, siano esse colorazioni che riprendono il mondo della nautica o quello più sportivo delle coupé prestazionali. Una differenza tecnica tra Mercedes Classe E Coupé e berlina si registra alla voce sospensioni: altezza da terra ridotta di 15 millimetri sulla prima, con il selettore delle modalità di guida Direct Control di serie e integrabile con il Dynamic Body Control. Al classico gruppo molla-ammortizzatore si contrappone l'Air Body Control, le sospensioni ad aria multicamera e a regolazione adattiva. 

Cresce nelle dimensioni se confrontata con la precedente generazione, si accorcia se il confronto, invece, viene fatto con la berlina. In 4 metri e 82 centimetri di lunghezza (-10 cm), a bordo di Classe E Coupé si registrano più centimetri che in passato per le gambe di chi siede dietro (+74 mm) e all'altezza delle spalle (+50 mm davanti). Il passo misura 2 metri e 87 centimetri (-7 cm), l'altezza si ferma a 1 metro e 43 (-4 cm).  

Mercedes Classe E, il test

Si presenterà sul mercato con un'unica trasmissione, il cambio 9G-Tronic, abbinato a quattro differenti motorizzazioni, aspettando un completamento della gamma che includerà anche una variante AMG attesa con il supporto di un motore elettrico. Nell'attesa, debutto della E 220 d da 194 cavalli (400 Nm), accanto ai turbo benzina E 200 da 184 cavalli (300 Nm) ed E 300 da 245 cavalli (370 Nm). Un solo sei cilindri a V, benzina, per iniziare: il 3 litri da 333 cavalli (480 Nm) della E 400 4Matic. I consumi migliori si ottengono dal turbodiesel E 220 d, appena 4 litri/100 km, contro i 6 litri/100 km della E 200 e i 6.4 litri della E 300. L'accelerazione più vivace è assicurata dalla E 400 4Matic, 5"3 sullo 0-100 km/h, contro i 7"4 della E 220 d, i 7"8 della E 200 e i 6"4 della E 300. Tra 240 (E 200) e 250 km/h (E 300, E 400 4Matic) la velocità massima.