Anche la seconda generazione di Countryman diventa JCW, acronimo di John Cooper Works, etichetta che indica le versioni più prestazionali delle compatte britanniche Mini. Il debutto al Salone di Shanghai il 21 aprile ma nel frattempo il marchio del gruppo BMW ha diffuso le prime immagini e informazioni della crossover, che eredita il 4 cilindri benzina da 231 cv e 350 Nm di coppia già in gamma sulla Clubman, la Cabrio e la tre porte. 

Ossia 39 cv in più della Cooper S: il motore, abbinato di serie alla trazione integrale All4 e al cambio automatico 8 rapporti, garantisce prestazioni di tutto rispetto, con uno scatto 0-100 km/h in 6”5, 1 secondo in meno della Countryman Cooper S, e una velocità massima di 234 km/h. Il pacchetto John Cooper Works comprende anche cerchi da 18 pollici, impianto frenante Brembo, sedili sportivi e dettagli aerodinamici specifici come le generose prese d'aria che occupano lo spazio riservato normalmente alle luci di posizione e ai fari fendinebbia. 

Mini: la gamma e il listino prezzi