Una finestra particolare sul futuro al Salone di Francoforte. Questa è la Smart Vision EQ fortwo. Citycar elettrica a guida autonoma ideata per il car sharing. EQ come la famiglia elettrica voluta da Daimler per i suoi prossimi prodotti mossi da batterie.

L’alimentazione è garantita da una batteria al litio da 30 KWh.La prospettiva, ambientata nel non lontanissimo 2030, è affascinate. Una citycar elettrica sempre in movimento (quando non in carica) in attesa che qualcuno la prenoti. Ovviamente sarà un device, smartphone o i suoi eredi, a chiamare il mezzo.

La Smart Vision EQ farà tutto da sola: non ci sono i comandi manuali come volante, cambio o freni. E quando finisce la carica, la piccola tedesca si reca a una stazione .Un super tassista robot che si attiva dopo la chiamata, ma che può suggerire se accettare o meno altri passeggeri.

La smart mantiene dimensioni speciali. Lunga 2,69 metri, alta 1,53 e larga 1,72. Per guadagnare spazio ha le portiere che si aprono in verticale. Soluzione anche scenografica. Ci sono tutti i sistemi per la guida autonoma. I passeggeri di fatto possono manipolarle solo lo schermo da 24”. Il vetro sul frontale da ben 44 pollici comunica tramite i messaggi con passeggeri e altri. Per smart, indubbiamente, il futuro è oggi.