Ancora un traverso, prima di presentarsi, composta, alla prima mondiale. Nuova Aston Martin Vantage scoprirà tutte le carte il 21 novembre. Andremo oltre l'analisi chirurgica delle linee anticipate dai muletti. Che sono, poi, la trasposizione nel mondo reale della finzione cinematografica, della Aston DB10 protagonista di 007 - Spectre. Dal concept al prodotto di serie, progettato intorno all'architettura interamente in alluminio, opportunamente modificata, già alla base della DB11. 

Sarà 10 centimetri più corta nel passo, per un valore di 2 metri e 70 centimetri. Quanto al peso, 1.530 kg a secco. Numeri snocciolati nell'ultimo video diramato dalla casa inglese, con Max Verstappen al volante, a saggiare le doti della granturismo.

Al pari della sorella maggiore, si legge un netto cambio nel registro stilistico del marchio, che rinuncia alle abbondanti forme morbide per tracciare linee più scolpite. 

La prima in pubblico è attesa con il motore V8 twin-turbo da 4,0 litri, fornito da Mercedes-AMG e personalizzato da Aston Martin: avrà 500 cavalli e 685 Nm di coppia. In un secondo momento toccherà alla proposta V12 5,2 litri twin-turbo. 

La gamma Vantage andrà oltre la granturismo stradale. Diverrà progetto per la pista - da tempo impegnato nei test - per l'impegno Aston Martin Racing nel mondiale Endurance e un'alternativa destinata ai clienti più sportivi, con la possibilità che arrivi una proposta AMR Pro, sviluppata dal reparto corse della casa di Gaydon.