In 12 mesi, i prossimi, dovranno trasformare un elenco di caratteristiche e obiettivi in realtà. Da mandare in strada con i primi prototipi marcianti, prima di proporsi agli appassionati dal 2019. Aria Group presenta Aria FXE al Salone di Los Angeles, credenziali da hypercar, ancora in fase di sviluppo. Sarà anche FE, alternativa meno elaborata, perché priva della parte elettrica, il doppio motore installato sull’asse anteriore, alimentato da una batteria agli ioni di litio da 10 kWh e supporto aggiuntivo alle doti del motore V8 6.2 litri sovralimentato con volumetrico, che trova posto in posizione centrale-posteriore sulla FXE. 

Cubatura che tradisce l’origine Corvette. Poco importa. I 1.165 cavalli del sistema ibrido, con 1.784 Nm di coppia, sono ottimi argomenti e dovranno muovere una massa di 1.565 kg, spalmati su un corpo vettura da 4 metri e 47 centimetri per 113 centimetri d'altezza. Telaio e carrozzeria interamente in fibra di carbonio, abbina componenti stampati in 3D, particolari in titanio e cerchi forgiati da 20 e 21 pollici per contenere il peso.

Da un’azienda specializzata nella lavorazione dei materiali compositi e protagonista della trasformazione di numerosi veicoli destinati alla finzione cinematografica (le auto del film Transformers sono opera di Aria Group) arrivano forme interessanti, tra elementi aerodinamici appariscenti, una coda tronca e la scelta di far soffiare i gas di scarico nei canali centrali del diffusore.

In configurazione ibrida, FXE, anticipa uno zero-96 km/h coperto in 3”1, per una velocità massima di 354 km/h. Cambio 7 marce doppia frizione e gomme Pirelli P Zero Trofeo R vanno ad arricchire il racconto della scheda tecnica.