Coppia e cavalli, più di quanti non ne offra l’1.6 diesel attualmente nell’offerta Opel Grandland X. Un 2 litri a gasolio per il suv compatto, una necessità per coprire le voglie di quanti cercano una stradista in grado di alzare l’asticella delle prestazioni rispetto alla cubatura media. E il quattro cilindri in arrivo accontenta con 177 cavalli e 400 Nm, bel boost che abbatte di 2”7 l’accelerazione sullo zero-cento, portando a 9”1 il riferimento. Corre fino ai 214 orari, se necessario. I consumi? Non preoccupano i 4,9 litri/100 km dichiarati nel ciclo misto. 

Complemento ideale non poteva che essere un cambio automatico e, dopo Insignia, l’otto marce arriva sul Grandland X. Sarà offerto anche in abbinamento a un nuovo allestimento, Ultimate: top di gamma caratterizzato dai fari a led adattivi di serie, cerchi da 19 pollici, tetto nero a contrasto con la carrozzeria, barre longitudinali color silver. Contenuti da sommare alla dotazione a bordo, tra IntelliLink Navi 5.0, completo di navigatore e schermo touch da 8 pollici, connettività Apple CarPlay e Android Auto, ricarica a induzione dello smartphone, sedili certificati AGR e riscaldabili (anteriori e i due esterni posteriori), rivestimenti in pelle, pedaliera in alluminio.

Grandland, primo contatto con la terza X

Le note della radio digitale saranno suonate dall’impianto Denon, con 8 altoparlanti più subwoofer; sul fronte dei sistemi di assistenza alla guida, presenti sia l’assistente al parcheggio automatico che la telecamera per la visione totale intorno all’auto.

La nuova motorizzazione di Opel Grandland X consentirà il rimorchio fino a 2 tonnellate.