L’idea di stile, firmata Garage Italia Customs. La realizzazione, rigorosamente a mano, curata da Pagani. Fa parte del programma Uno di Uno, che asseconda qualsiasi desiderio di personalizzazione del cliente su Huayra, fosse un esemplare "comune". Nasce dalla collaborazione tra la casa di San Cesario sul Panaro e l’atelier di Lapo Elkann, Huayra Lampo. Di stile. Di velocità. Di fatto e, adesso, anche di nome. La veste grafica, l'abbinamento del bianco a un rosso tendente al rame, richiama il concept Fiat Turbina del 1954. Schema cromatico simile, per rappresentare un moderno manifesto futurista con Huayra

Lavorazione delle forme della carrozzeria passata da un processo di applicazione del colore speciale alla fibra di carbonio, lucentezza esaltata da un procedimento di applicazione di particelle di alluminio ai fogli di carbonio. Dagli accostamenti di bianco e rosso coprenti, ecco i trattamenti in trasparenza, trama del carbonio ben visibile. Il Lampo non sono a battezzare la one-off, ma continuo richiamo: dal motivo delle griglie sulle aperture (con un miglioramento anche della resistenza aerodinamica), ai richiami tricolore sugli specchietti e sulle pinze freno monoblocco Brembo, fino ai lampi stilizzati sui passaruota posteriori.

«Lavorare a stretto contatto con Horacio Pagani e tutto il suo team è stato molto emozionante in tutte le fasi della realizzazione della Lampo. Pagani Automobili rappresenta l’eccellenza nella costruzione artigianale delle automobili, un esempio di stile, eleganza e tecnologia. Tutte le loro auto hanno il nome di un vento. Noi abbiamo scelto il Lampo, un altro elemento della natura ricco di forza, il preludio a qualcosa di inaspettato e sempre magicamente diverso», ha commentato Lapo Elkann, direttore creativo Garage Italia Customs.

I richiami al concept Turbina non si esauriscono nello schema grafico, proseguono con gli accenti dorati, applicati ai cerchi in lega e le targhette Pagani, fino all’anodizzazione dell’alluminio all’interno. In un ambiente vestito italiano, con la pelle di casa Foglizzo e inserti Solaro. Dal bianco-rame dell’esterno si passa al marrone delle sedute, pelle lavorata a mano e intrecciata con decori dorati Solaro, a creare un effetto in rilievo apprezzabile al tatto. Il pacchetto aerodinamico riprende elementi della Huayra BC, lavorazioni specifiche, invece, sul Pacchetto Tempesta, oltre ad aperture maggiorate sul frontale che consentono un maggior volume d'aria diretto agli intercooler. 

«È stato un vero piacere lavorare con Garage Italia Customs su questa vettura. Un bellissimo e interessantissimo esercizio che ci ha permesso di allontanarci dalla costa, di osare e di scoprire sempre qualcosa in più. Purtroppo il viaggio è finito, perchè la macchina è finita e siamo qui a presentarla, ma sarebbe bello ricominciare daccapo», ha raccontato Horacio Pagani.