Si fa presto a dire Super Suv! L'associazione mentale tra la nuova categoria di Sport Utility di estremo lusso e il loro discutibile impatto ambientale è sbagliata, almeno nelle opinioni di Bentley, che si appresta a lanciare sul mercato il suo Bentayga in edizione ibrida-plug in.

In occasione del prossimo Salone di Ginevra in marzo, Bentley porterà al debutto il suo modello più venduto con una motorizzazione per lei finora inedita, ovvero un V6 turbo benzina da 2.9 litri da 330 cv accoppiato ad un secondo motore elettrico da 136 cavalli, ovvero il medesimo powertrain già visto su Porsche Panamera E-Hybrid, che dichiara una potenza totale di 462 cavalli.

Bentayga adotterà anche il sistema di alimentazione delle batterie plug-in, dunque ricaricabili dall'esterno, attraverso le quali Panamera riesce a percorrere fino a 48 km in modalità esclusivamente elettrica.

Non considerando Porsche Cayenne come tale, Bentley è la prima ad adottare la doppia motorizzazione tra i marchi sbarcati nella nuova categoria dei Super Suv. In autunno sarà il turno anche di Audi con la sua nuova Q8, che disporrà di una variante ibrida da oltre 476 cv basata sul benzina V6 turbo 3.0. Anche BMW è pronta ad accetatre la sfida con la X7 e il suo powertrain ibrido plug-in derivato da quello della 740e iPerformance e con batterie di ioni al litio da 9,2 kWh.