Una Ferrari 488 camuffata davanti ai cancelli di Maranello. La spessa pellicola mimetica copre opportunamente la carrozzeria, ma non inganna l’occhio attento del nostro gentile lettore Simone Verderajme. Che ci ha inviato una delle rare foto dell’attesa 488 Sport Special Series, una delle grandi novità del prossimo Salone di Ginevra. E già battezzata da molti 488 GTO.

Forse impropriamente: nei documenti “sfuggiti” in rete non si fa menzione della gloriosa sigla, ma solamente di Sport Special Series. Che tuttavia rendono bene l’idea di quanto lo nuova coupé sarà ancor più prestante rispetto alla 488 GTB.  Andando a confrontarsi con Lamborghini Huracàn Performante e Porsche 911 GT2 RS.

Le maggiori novità riguardano la carrozzeria, con cofano e bumper anteriori in fibra di carbonio, al pari dello spoiler e del bumper posteriori. Materiale resistente e ultraleggero, utilizzato anche nell’abitacolo per contenere il peso e offrire un’esperienza di guida ancor più racing. Infatti sia il tunnel, sia la parte superiore della plancia saranno realizzati in fibra di carbonio, mentre la pedaliera è in alluminio. Materiali freddi combinati alla morbida Alcantara.

La leggerezza strutturale è garantita anche dai nuovi cerchi da 20 pollici, che vantano un peso inferiore del 40% rispetto a quelli standard: il risultato è risparmio complessivo del 10% rispetto ai 1475 kg della GTB.

A tutto questo si aggiunga una maggiore potenza erogata dal V8 turbo, plausibilmente pronto a toccare quota 700 cavalli, diventando il V8 più potente nella lunga storia Ferrari. Nell’attuale gamma Ferrari solo il V12 della 812 Superfast sviluppa una cavalleria maggiore.

Raccogliendo il blasonato testimone della 458 Speciale, che col suo V8 aspirato da 605 cavalli, ha rappresentato per anni la vettura stradale di Maranello più vicina a una GT da competizione.