Audi Q8, la SUV-Coupé di Ingolstadt sarà presentata a giugno in occasione del Salone di Shanghai. Ovvero quasi un anno e mezzo di distanza dall'esordio della concept: accadde nel 2017 al Salone di Detroit. Seguito un paio di mesi dopo al Salone di Ginevra dalla versione Sport.

C'è l'ufficialità, sancita da Peter Mertens, capo della divisione di ricerca e sviluppo di Audi. Il quale ha confermato. "Durante il 2018 e il 2019 saranno messi sul mercato undici modelli della nostra famiglia Q. Ovviamente il numero è la somma di restyling e novità assolute. Una di queste sarà Q8 a Shanghai".

Almeno numericamente, dopo tre lustri Q7 perderà il primato. Ma si tratta in ogni caso di sorelle: sarà realizzata sullo stesso pianale, MLB evo, utilizzato anche per Bentley Bentayga, Porsche Cayenne e l'imminente Volkswagen Touareg. Il design ovviamente sarà la grande discriminante del modello, in piena sintonia con le ultime tendenze, che presentano sport utility molto più dinamici. Anche gli interni dovrebbero avere dettagli più specifici.

Data la mole, la potenziale clientela, soprattutto cinese, e il prestigio, Audi Q8 avrà nella motorizzazione ibrida plug-in il suo principale cavallo di battaglia. Il modello esposto a Ginevra era dotato di un powertrain composto dal 3.0 TFSI a 6 cilindri, un sistema ibrido ed il boost elettrico dei turbocompressori. Capace di erogare 476 cavalli, con una velocità massima di 275 km/h e uno spunto 0-100 km/h in 4,7 secondi.