Trent'anni dopo è ancora GSi in casa Opel Corsa. La sigla sportiva è stata rispolverata dalla casa del fulmine con Insignia lo scorso anno, in versione berlina e station wagon; adesso, l'offerta si espande al segmento B, con la versione Coupé 3 porte di Corsa. Era il 1988 quando per la prima volta l'utilitaria proponeva una versione sportiva, oltre la GT, abbinata a un motore millesei da 100 cavalli. Corsa E, quinta serie, anticipa le prime caratteristiche della nuova GSi, anzitutto estetiche, in attesa di una scheda tecnica destinata ad accompagnare il percorso verso una prima mondiale in pubblico che potrebbe arrivare a Parigi.

Sviluppata partendo dal telaio di Opel Corsa OPC, propone una caratterizzazione stilistica molto vicina al top di gamma per prestazioni e potenza. Inserti in carbon look sui profili della calandra, le calotte degli specchietti, proseguendo con la feritoia sul cofano motore. Particolari da sommare alle cromature applicate al paraurti, l'ampio spoiler, le minigonne accentuate e un singolo terminale di scarico ovale, inserito in un paraurti posteriore ridisegnato.

Bocche cucite sull'unità motrice installata sotto il cofano. Corsa OPC ricorre a un turbo benzina da 1.6 litri, in grado di sviluppare 207 cavalli. Il posizionamento della GSi è atteso oltre i 150 cavalli, soglia di riferimento della precedente generazione, Corsa D sempre fedele al propulsore turbo benzina 1.6 litri. Oggi, i 150 cavalli sono garantiti da Corsa S, con un turbo millequattro. C'è un ampio gap di potenza nel quale posizionare la GSi.

La derivazione telaistica dalla versione OPC anticipa l'impiego di ammortizzatori sportivi, i Koni FSD a smorzamento variabile in funzione della frequenza di oscillazione registrata, così da garantire un buon mix tra comfort di marcia ad alte frequenze e contenimento del rollio alle basse frequenze. Sarà possibile integrare la dotazione con cerchi in lega da 18 pollici, a bordo con i sedili sportivi Recaro, in un ambiente impreziosito dal rivestimento in pelle su volante e leva del cambio, oltre alla presenza della pedaliera sportiva.

Tra gli interventi di affinamento, rivolti a supportare le velleità sportive, possiamo attenderci un impianto frenante potenziato, confermata, invece, la possibilità di escludere del tutto l'ESP.