La specializzazione è inedita per il marchio. Da affrontare con il consueto livello di lusso e opulenza. Da affrontare con Rolls Royce Cullinan. Il primo suv della casa inglese ha concluso la fase di sviluppo, un progetto avviato 3 anni fa che ha visto Cullinan misurarsi sui terreni classici che ogni modello è chiamato a superare prima del debutto. Condizioni operative estreme, ricercate per mettere alla frusta la meccanica e i sistemi. Andrà sugli schermi di smartphone e pc la sintesi finale dell'avventura Rolls Royce. Rendere pubblico parte del processo di sviluppo, sotto forma di The Final Challenge, un documentario per raccontare le bellezze naturalistiche attraverso la lente del'obiettivo di Cory Richards e le insidie superate dal suv, coprotagonista del reportage, diffuso attraverso i canali social di National Geographic e dal sito dedicato a Cullinan.

«Avevo promesso al pubblico, tre anni fa, che li avrei coinvolti nello sviluppo e nei test di Rolls-Royce Cullinan. I clienti oggi ci vedranno sotto una luce del tutto nuova, mentre Cullinan dimostra tutte le doti che possiede una Rolls-Royce», ha commentato Torsten Müller-Ötvös, amministratore delegato del marchio.

Il maxi-suv di lusso arriverà su strada il prossimo anno, la presentazione in anteprima già nel corso del 2018. Le forme della carrozzeria ormai da tempo hanno rivelato le proporzioni classiche Rolls Royce, seppur mascherate dai motivi camuffati. Si attendono le specifiche tecniche, il racconto degli interni, delle doti del motore “sei litri e tre quarti” V12 che pulserà sotto il cofano.

La serie realizzata da Rolls Royce con National Geographic si rifà alle origini del marchio, a quando - oltre un secolo fa - la Silver Ghost affrontava i passi alpini austriaci, nel 1912 e 1913, o i 24 mila chilometri della gara tra Londra e Glasgow – tratto da percorrere per 27 volte –. Sfide titaniche allora, che valsero il titolo di “miglior auto del mondo”. Dalla Scottish Reliability Trial alla Londra-Edinburgo dei primi del Novecento, ai quattro scenari che verranno trasmessi da National Geographic: il suv impegnato nelle Highlands scozzesi, per proseguire sulle nevi austriache, il deserto del Medio Oriente, prima della chiusura in terra statunitense.

Una sorta di quattro fatiche di Cullinan a rappresentare un percorso di evoluzione avviato 3 anni fa e prossimo alla finalizzazione.