Meno di due mesi al 1° giugno, ma i rumors relativi ad Alfa Romeo impazzano. Come ribadito Sergio Marchionne in occasione dell’annuncio dello scorporo di Magneti Marelli da FCA, il business plan 2018-2022 indicherà gli obiettivi e i progetti del Gruppo.

Il Biscione è al centro di molte voci. La più insistente, rilanciata da Autocar con dovizia di particolari riguarda la primogenita del nuovo corso. Giulia Coupé sarebbe in rampa di lancio. Indicata da Auto più di un anno fa come modello nei piani (nel febbraio 2017 come Giulia Sprint) la versione a due porte e ancora più sportiva nata dalla piattaforma Giorgio starebbe per arrivare.

Candidandosi ad Alfa Romeo stradale più potente. Grazie ad una iniezione di tecnologia da F1. Giulia Coupé Quadrifoglio infatti dovrebbe aumentare la potenza del 2.9 V6 di origine Ferrari da Giulia berlina e Stelvio. Il segreto ovviamente sta nel powetrain ibrido, eredità dell’HY-KERS presente su La Ferrari. Il sistema di recupero di energia (ERS) innalzerebbe la potenza a oltre 640 cavalli. A livello di una Lamborghini Huracan Performante, per intendersi.

Oltre alla vettura di punta l’elettrificazione dovrebbe riguardare anche il 2 litri benzina. Da 280 cavalli dovrebbe aumentare la potenza del sistema (ibrido) a oltre 340 cavalli. L’ipotesi è il ritorno di altri nomi storici, appunto Sprint o l’evocativo GTV. Più leggera, con tetto spiovente all’anteriore: le ipotesi si sprecano. Sarà dura aspettare più di cinquanta giorni …