La “vespa” col pungiglione ancor più acuminato. BMW M2 Competition sarà svelata all’imminente Salone di Pechino, con una potenza davvero prossima sorella maggiore alla M3/M4. Oltre alle forme della sportiva compatta bavarese dopo la “fuga” di immagini in rete si conoscono alcuni dati tecnici.

La “piccola” adotta il sei cilindri in linea sovralimento della M3/M4 (il nome è S55). La potenza è di 410 cavalli (404 hp nel Regno Unito). Una potenza di soli 11 cavalli inferiore al modello più grande, che comunque si avvicina a fine ciclo. Ed ha altre varianti più potenti (a listino c’è anche M3 CS da 460 cv). Il salto rispetto ai 370 cv della M2 “standard” non è certamente marginale.

La potenza supplementare fa pagare un pegno sulla bilancia: il peso sale da 1.494 a 1.549 kg. Ma l’accelerazione è notevole: da zero a cento in 4,2 secondi. BMW M2 Competition sarà disponibile con cambio manuale a sei marce o con il dual clutch e sette rapporti.

Il “trapianto” da M4 prevede anche gli stessi sedili e un volante molto simile. Esteticamente rispetto al modello da 370 cavalli si notano soprattutto la griglia frontale il paraurti aggiornati.