Il momento centrale della Super Stagione del WEC per il debutto in prima mondiale. BMW sceglie la vigilia della 24 Ore di Le Mans, sceglie il prossimo 15 giugno sul circuito de La Sarthe, per svelare Serie 8 Coupé. Ritorno del marchio nel campionato endurance dopo 7 anni di assenza, il ritorno nella Classe GTE, con M8. Su strada, sarà la rievocazione di un numero che, negli anni Novanta, ha rappresentato l'ultimo passo nel segmento delle grandi coupé di lusso. Non solo una data, un appuntamento, il ribadire come lo sviluppo della BMW M8 GTE e del progetto stradale abbia compiuto molti passaggi dello sviluppo a braccetto.

Dal concept svelato lo scorso anno a Villa d'Este, BMW Serie 8 Coupé cambia aspetto, si normalizza l'avantreno, il doppio rene rientra nei canoni dimensionali classici e i gruppi ottici pure. Ridotta l'ampiezza della griglia, estesa quella dei fari, a matrice di led. Tra le anticipazioni legate agli interni, scopriremo una nuova strumentazione completamente virtuale e configurabile, l'impostazione della console centrale rivista. Poi c'è la tecnica, di un'ammiraglia che si trasforma in coupé di lusso e una necessità: saper appagare al volante. Il vertice dell'offerta verrà toccato con BMW M850i xDrive, motore 4.4 litri twin turbo, un V8 da 600 e più cavalli, accoppiato alla trazione quattro ruote motrici xDrive, cambio automatico, differenziale a bloccaggio controllabile. Primi dati supportati dall'ufficialità, come la presenza dell'asse posteriore sterzante Integral Active Steering, le sospensioni pneumatiche con sistema di stabilizzazione del rollio e taratura BMW M.

La gamma Serie 8 Coupé è attesa con una composizione di unità 8 e 6 cilindri, in futuro le indiscrezioni sostengono la presenza anche di un V12 da 6.6 litri e, all'estremo opposto, di un quattro cilindri che sia motorizzazione d'accesso.