Ha quei centimetri in più che offrono una prospettiva un po' diversa. Ha, soprattutto, l'aspetto del crossover. Velleità che coltiva specializzandosi nell'elettronica, in una modalità di funzionamento del controllo di trazione e dell'ESC valida per sfruttare al massimo la motricità delle due ruote anteriori sui fondi a bassa aderenza. Ha, come accadrà con Focus, il nome Active a distinguerla dalle altre proposte. Ford Fiesta Active concettualmente riprende un esperimento già coltivato da Ford in passato, dimensioni da utilitaria o poco più, rialzate da terra. Anni fa era Fusion, oggi, la gamma Fiesta propone un'opzione assai più convincente.

Della nuova generazione ha i sistemi di sicurezza e di assistenza alla guida, la frenata automatica con riconoscimento dei pedoni anche di notte, l'avviso di veicoli che sopraggiungono mentre si fa manovra in retromarcia, il riconoscimento della segnaletica stradale, l'assistente al mantenimento della carreggiata, l'automatismo sui fari abbaglianti, anti-accecamento. Gli occhi per il corretto funzionamento dei dispositivi sono molteplici: 3 radar, 2 telecamere e 12 sensori.

Ha, Ford Fiesta Active, l'infotainment SYNC 3 con schermo da 8 pollici e un audio premium B&O. Contenuti apprezzati su altre declinazioni dell'utilitaria.

Specificità dell'allestimento - qualcosa in più, in realtà – arrivano alla voce assetto, rialzato di 18 millimetri, vantaggio più per la posizione di guida rialzata che non per effettivi impieghi su sterrati. In larghezza, complici le protezioni sui passaruota e carreggiate allargate, cresce di 10 millimetri, con le ruote da 17 pollici offerte di serie e un bel contributo all'estetica del modello.

Ancora sospensioni, per dire dei finecorsa idraulici. Diversamente da altre soluzioni, le modalità guida selezionabili non incidono sulla taratura degli ammortizzatori, piuttosto, ritagliano sensibilità diverse sull'utilizzo del motore. Dal Select Mode di può scegliere di viaggiare in Normal, in EcoSelect – erogazione più dolce, a vantaggio dei consumi – o Active, scenario nel quale ESC e controllo di trazione operano al massimo delle possibilità per incrementare l'aderenza su fondi scivolosi e a bassissima aderenza.

Ford Fiesta ST, la prova: tre cilindri sorprendenti

La proposta d'ispirazione crossover si caratterizza in modo marcato sul piano estetico anche per l'adozione delle barre al tetto e interni con colori e motivi specifici su sedili con regolazione lombare lato guida, a 4 vie lato passeggero.

Arriverà su strada con un'ampia offerta di motorizzazioni, quattro benzina e due turbodiesel. I primi, tutti su base 3 cilindri EcoBoost 1.0. Si parte dall'aspirato 85 cavalli idoneo per neopatentati e si prosegue con i turbocompressi 100, 125 e 140 cavalli. Cambio sei marce manuale o automatico 6 rapporti sul 100 cavalli. Il Diesel è un millecinque TDCI offerto nel livello 85 cavalli o 120 cavalli, entrambi con trasmissione 6 marce manuale.