Ha un’antenata di nobili origini e una cugina di rango superiore, McLaren 600LT. La storia di famiglia tra le Longtail nasce con F1 GTR: tanta pista, con successo. Qualche esemplare stradale prodotto per necessità di omologazione. Altissimo prestigio. Poi, tre anni fa, McLaren rispolvera il concetto di coda lunga, la interpreta con la Super Series 675LT Coupé ed è un incrementare le prestazioni, riversato sulla versione Spider.

Stessa strada percorsa, adesso, con la Sports Series, fascia d’accesso alla sportività McLaren. Dalle declinazioni varie di 570, è la Coupé a diventare LT. Cresce la potenza del motore twin turbo V8 3.8 litri, dai 570 cavalli si va ai 600, con 620 Nm di coppia. Diminuisce il peso, ben 96 kg in meno, per un valore che, a secco, indica 1.247 kg alla bilancia.

Le novità tecniche sono concentrate nei 74 millimetri di lunghezza in più oltre l’asse posteriore, centimetri tutti realizzati in fibra di carbonio, sfruttati per installare un’ala fissa, un diffusore più esteso, una fascia con aperture dietro le ruote per gestire le turbolenze al meglio. E un impatto evidente sull’aerodinamica lo ha anche il posizionamento degli scarichi: alto, a soffiare sull’ala.

Altro vantaggio, l’adozione di condotti molto corti, ancor più di McLaren Senna, sotto forma di riduzione della contropressione allo scarico. Oltre che in coda, la 570S Coupé cambia anche all’anteriore nel passaggio a 600LT, lo splitter è più pronunciato e sviluppa appendici davanti alle ruote ripresi dagli elementi interni al passo. Il “pacchetto completo”, in fibra di carbonio, si realizza con il tetto e le feritoie sui passaruota, realizzate da MSO. Si conta il 23% di componenti diversi tra il progetto di partenza e la specifica LT, tra i quali i sedili in fibra di carbonio e rivestimento in Alcantara leggera, adottati in origine su McLaren P1, sostituibili con la specifica optional dei sedili in versione Senna.

La quarta McLaren Longtail insegue l’abbattimento del peso proponendo bracci delle sospensioni forgiati, migliora la frenata con l’impianto della gamma Super Series e incrementa la reattività dell’insieme motore-telaio (il fidato MonoCage II) attraverso supporti motore più rigidi.

McLaren Senna, la prima prova: esaltante e inarrivabile

La produzione a mano inizierà a ottobre e sarà limitata nel tempo: 12 mesi per accaparrarsi una 600LT, a un prezzo di 230 mila euro – comprensivo di eventi in pista e programma di formazione -.