Stupisce perché sceglie di restare un po’ più compatta di altre. Stupisce per lo stile e la ricercatezza dei particolari. DS 3 Crossback si annuncia come la più parigina delle DS, legame che sottolinea con cinque DS Inspiration, un modo per dire di ambiente interno, materiali e accostamenti di colori abbinati secondo un’anima, uno stile preciso: Montmartre, Bastille, Performance Line, Rivoli, Opera, sarà come respirare aree diverse della Ville Lumiere, a bordo e nel design.

Il crossover urbano non va oltre i 4,12 metri di lunghezza, valori da concorrenti quali Volkswagen T-Cross, Seat Arona, Nissan Juke, per misurarne concretamente gli ingombri. E solo per questo. I contenuti sono da prodotto premium e basta osservare i fari full led con abbaglianti Matrix adattivi, la finezza delle maniglie a filo con la carrozzeria e attivate automaticamente dal sistema keyless, quando le chiavi sono rilevate in un raggio di 1,5 metri dall’auto. Chiave assolutamente superflua per mettersi al volante, basterà utilizzare la app My DS per consentire la condivisione di DS 3 Crossback con altre 4 persone, senza che abbiano fisicamente le chiavi.

Altre quote rilevanti del crossover, la larghezza (importante), di 1,79 metri, per un’altezza da 1,53 metri, su un passo di 2,56 metri. Proporzioni enfatizzate da cerchi in lega fino a 18 pollici di diametro. Valori interessanti, da utilitaria molto spaziosa, confermati dal dato di 350 litri di volume offerti dal bagagliaio.

Nasce sulla piattaforma CMP, che è base motorizzabile con unità termiche o un elettrico, su strada quest'ultimo arriverà nella seconda metà del 2019, con prestazioni briose. Motore singolo, 136 cavalli e 260 Nm, sarà in grado di accelerare DS 3 E-Tense da zero a cento orari in appena 8”7. L’autonomia di marcia? Le batterie agli ioni di litio, da 50 kWh, permettono 300 chilometri nel ciclo WLTP prima di dover ricorrere alla colonnina di ricarica: veloce, 100 kW, e si ha l’80% della capacità pronto in 30 minuti. Dal Wallbox domestico, invece, 5 ore e si torna in strada con la massima autonomia.

Al lancio, DS 3 Crossback verrà motorizzata con unità benzina PureTech, 3 cilindri 1.2 litri declinato nella variante 100 e 130 cavalli, poi la novità del PureTech 155 cavalli, con cambio automatico 8 marce. Top di gamma dell’offerta, completata da unità turbodiesel 1.5 BlueHdi, da 100 e 130 cavalli.

Prodotto tutto stile e ostentazione di ricercatezza, il frontale è l’elemento più elaborato di DS 3 crossover. Essere premium non solo alla vista ma anche nelle sensazioni in marcia, così DS ha lavorato all’assoluta insonorizzazione della cabina, ricorrendo a lamierati dei pannelli porta più spessi, vetri idem, parabrezza acustico e una cura certosina di aerodinamica e linearità delle superfici esterne.

A bordo si scopre un ambiente elegante, in gran parte digitalizzato, con strumentazione e infotainment da 10,3 pollici in definizione HD. Il tunnel riprende la lavorazione guilloche dei tasti già apprezzata su DS 7 Crossback, in più, spazio all’originalità della plancia con elementi a rombo, tra bocchette del clima e comandi secondari.

Pelle nappa, pieno fiore, Alcantara, le possibilità di personalizzazione sono sconfinate, uno dei punti sui quali scommette il nuovo corso DS. Il crossover avrà sistemi di assistenza alla guida avanzati, in grado di gestire velocità e traiettoria in autostrada, fino a 180 km/h, parcheggiare in completa autonomia dopo aver rilevato gli spazi utili (a velocità entro i 30 km/h), suite di soluzioni tra assistenza alla guida e sicurezza attiva governati da sensori e telecamera, in grado di rilevare veicoli, ciclisti e pedoni anche di notte e assicurare il funzionamento della frenata automatica d’emergenza.