Gabriele Tarquini e Thierry Neuville testimonial d’eccezione. Pista e rally, entrambi Hyundai Motorsport. La famiglia delle sportive N - che è Namyang come Nurburgring, origini e specializzazione della divisione Performance - si allarga. E il secondo modello a essere lanciato in Europa sarà ancora nel segmento C. Dopo Hyundai i30 N (e la proposta N Performance, 25 cavalli in più dalla sua) tocca a Hyundai i30 Fastback N seguire le orme della due volumi cinque porte, con la specificità della coda e di una silhouette tra berlina e coupé.

Appuntamento fissato al 26 settembre, l’anticipazione di un viaggio Roma-Parigi che sa di Grand Tour al contrario, direzione Mondial de l’Auto, 2 ottobre, anteprima in pubblico della i30 Fastback N. Cosa attendersi? L’impianto tecnico e il dinamismo della due volumi con una carrozzeria diversa e la possibilità di interpretare in modo diverso proprio la coda, tra nolder e paraurti che esaltino le forme Fastback.

Il motore sarà sempre il 2 litri turbo benzina da 250 cavalli e 353 Nm di coppia motrice, vigore a sufficienza per correre fino ai 250 orari e accelerare con brio, da zero a cento in 6”4. Se N Performance, tre decimi in meno grazie (anche) ai 25 cavalli in più.

Assetto, impianto frenante potenziato, modalità di guida specifiche, sono gli accorgimenti che la lettera N di Hyundai porta in dote. Fastback attende.