Nuova Kia Soul dimostra come le strade del crossover sono infinite, e la carrozzeria rialzata possa affiancarsi all’offerta Stonic raccontando qualcosa di molto diverso pur con dimensioni simili. Seconda generazione che vedrà la luce a fine novembre, al Salone di Los Angeles, la troveremo su strada nel corso del 2019, in versione tradizionale, motorizzata da un’unità turbo benzina e una Diesel, oppure nelle vesti di Kia Soul EV.

Elettrica che si rifarà alle soluzioni tecniche di e-Niro, più di 200 cavalli e un pacco batterie accreditato perlomeno dei 39 kWh della versione d'accesso di e-Niro. Specifiche che guadagneranno o meno l'ufficialità a ridosso dell’apertura del Salone, così come i mercati di commercializzazione del crossover a batterie.

Un teaser sceglie di anticipare il disegno del montante posteriore e dei nuovi gruppi ottici, a sviluppo verticale come l’attuale Soul. In realtà scopriremo una variante sul tema, poiché i fari avranno una linea a boomerang che prosegue sul portellone. Cambia anche il trattamento del montante, con l’inserto a contrasto.

Kia Stonic, il suv compatto cittadino d'Europa: la prova

Novità di stile che incidono parecchio anche sul frontale, completamente rivisto, con una sottile fascia luminosa a raccordare le luci diurne, in alto e a filo con il cofano motore, sdoppiate rispetto ai proiettori principali e ai fendinebbia, questi ultimi collocati in posizione accentrata sul paraurti.

Nuova Kia Soul sfoggerà un prestazionale turbo benzina, accreditato di 177 cavalli, versione riconoscibile dalla presenza del doppio terminale di scarico centrale. Il design resterà fedele all’impostazione originale, squadrata, nei due volumi principali, che ha contraddistinto il crossover sin dalle origini. Un fronte interessante sul quale potrebbero registrarsi delle novità è legato alla trasmissione, con il possibile arrivo di una Soul quattro ruote motrici da affiancare alle proposte a trazione anteriore.