Lamborghini SC18 Alston è la one-off realizzara da Squadra Corse Lamborghini. Un reparto che solitamente corrisponde a attività in pista, corse, aria dei box e habitat tra i cordoli.

Lamborghini SC18 Alston è un esemplare unico i cui scopo è riportare il dna degli uomini del reparto sportivo della casa di Sant’Agata Bolognese in un prodotto formalmente omologato per muoversi su strada ma immaginato, sviluppato, realizzato con i contenuti della pista. Ed è in pista che dà il massimo. Prima one-off realizzata da Lamborghini Squadra Corse a supporto delle richieste di un cliente sportivo, seguito dal Centro Stile Lamborghini nell'opera di creazione.

Dalla Aventador si va oltre, si sperimentano le soluzioni aerodinamiche saggiate nei campionati nei quali il Toro è protagonista, dal GT3 affrontato con Huracán al Super Trofeo ed ecco spuntare il cofano anteriore della Huracán GT3 Evo, pinna longitudinale e airscope di Huracán Super Trofeo Evo.

Estrema lo è per come sviluppa la configurazione aerodinamica, tra splitter e passaruota ventilati, deviatori di flusso dietro le ruote anteriori ed estrattore, ala posteriore regolabile su tre posizioni (controllo meccanico) così da variare bilanciamento aerodinamico e carico deportante. Anche le feritoie di sfogo dell’aria presenti sulla copertura del motore non sono casuali: 12 elementi, come dall’esperienza nelle gare di durata. Anche qui, il know-how della Squadra Corse.

Le prestazioni restano avvolte nel mistero, dietro i numeri del V12 da 6.5 litri di Aventador, nella specifica da 770 cavalli e 720 Nm di coppia, abbinato al cambio 7 marce ISR. Calza gomme realizzate ad hoc da Pirelli, le P Zero Corsa differenziate tra i due assi, per diametro e battistrada. Al cerchio da 20 pollici anteriore si sposa il 21 pollici poteriore, entrambi con sistema di serraggio monodado. Alto “respirare” aria di corse e corsia box.

Formalmente stradale, sostanzialmente corsaiola, mai come nel caso della SC 18 Alston non è un cliché, l'accostamento. Lo testimonia l’altezza da terra di appena 10,4 centimetri, “luce” che assicura il buon funzionamento del fondo, l’accelerazione dei flussi poi estratti dal diffusore.

Le specifiche tecniche non approfondiscono il fattore peso, se non nell’anticipare una riduzione delle masse frutto della carrozzeria interamente in fibra di carbonio. Il cliente sportivo che ha affiancato Lamborghini Squadra Corse e Centro Stile nella realizzazione dell’esemplare unico – destinato ad aprire la strada ad altre personalizzazioni esclusivissime – ha scelto di “vestire” l’abitacolo con sedili in fibra di carbonio e rivestimento in Alcantara nera Ade, con cuciture rosse Ala.

Immancabile la telemetria. Perché in pista devi andarci con l’attrezzatura giusta. Una SC 18 Alston, per cominciare.