La sorpresa? Scoprire che, Mercedes-AMG GT R PRO, non segna alcun incremento di potenza rispetto alla AMG GT R. Verrà prodotta in edizione limitata, accompagna il rinnovamento della gamma AMG GT – dalle diverse proposte coupé fino alla roadster – con una specializzazione delle performance senza incidere sul motore V8 4 litri biturbo. Al Nurburgring gira in 7’04”632, con gli stessi 585 cavalli e 700 Nm della AMG GT R, che spingono la coupé fino ai 318 km/h e in 3”6 da zero a cento orari.

 

Il miglioramento passa da altri affinamenti. L’aerodinamica è il dettaglio più evidente, con il pacchetto in fibra di carbonio composto da splitter esteso, flics, aperture sui passaruota anteriori, ala posteriore con gurney flap. Portanza ridotta sull’asse anteriore e maggiore efficienza complessiva.

Da sfruttare ottimizzando l’assetto, con l’introduzione di sospensioni posteriori interamente su Uniball (diversamente da AMG GT R che li adotta solo sul triangolo inferiore), barra di torsione cava in acciaio e regolabile abbinata all’anteriore a una specifica realizzata in fibra di carbonio, ammortizzatori registrabili nel precarico, compressione ed estensione, compressione differenziata nella regolazione a basse e alte frequenze d’oscillazione. Si potrà intervenire su ghiere poste sugli ammortizzatori, nella ricerca dell’assetto ideale.

L’elettronica non poteva non giocare un ruolo. Lo fa sull’intera gamma Mercedes-AMG GT model year 2020, introducendo di serie l’AMG Dynamics, quattro tarature specifiche che, sulla base dei sensori dedicati all’ESP, leggono velocità, angolo di sterzo e imbardata per regolare l’intervento dell’elettronica a vantaggio della migliore dinamica trasversale e trazione.

I supporti del motore e del cambio su GT R PRO sono a controllo elettronico e con una differente taratura rispetto ad AMG GT R, il Track Package, invece, offre cinture a 4 punti, estintore e gabbia roll over. Di serie troviamo i sedili in fibra di carbonio, i freni ceramici e i cerchi forgiati.

All’interno, tanto GT R PRO quanto le altre versioni guadagnano la strumentazione da 12,3 pollici interamente digitale e configurabile, l’infotainment con display da 10,25 pollici e il nuovo tunnel, ispirato alla AMG GT-4 Coupé che rimpiazza i tasti fisici con elementi completi di display a colori.