Ha un concetto di Touring tutto suo, apprezzabile da pochi aficionados. Porsche 718 T, vista dal punto d’osservazione Cayman o Boxster, nasce per girare alla larga dalle linee rette autostradali. Il turismo più veloce e breve, spesso. Ha altri obiettivi, di appagamento al volante che può arrivare percorrendo strade guidate, curva dopo curva, il territorio preferito per raccontare quant’è diversa, rispetto alle sue sorelle.

Più leggera, con un assetto reso più affilato e dettagli che puntano a ricercare la simbiosi tra uomo e macchina, pilota e meccanica. Dettagli come i supporti attivi del motore sono di serie, parte del sistema PASM che offre un telaio dall’altezza da terra ridotta di 20 millimetri. Motore e trasmissione, solidali, grazie ai supporti attivi sui punti d’attacco del cambio, a limitare torsioni e scuotimenti durante i cambi marcia, apprezzabili evidentemente da pochissimi eletti nella guida più impegnata.

Il perfezionamento tecnico passa dal differenziale posteriore autobloccante e di tipo meccanico, dal cambio manuale 6 marce offerto di serie. A richiesta, il PDK doppia frizione. Comporta un aggravio di peso di 30 kg ma assicura al tempo stesso un’accelerazione più rapida e offre la funzione di doppietta automatica in scalata. Numeri delle prestazioni per mettere a confronto manuale e PDK: 0-100 in 5”1 contro il 4”7 possibile in modalità Sport Plus, una delle quattro presenti nel pacchetto Sport Chrono, di serie. Sullo 0-160 km/h, Porsche 718 T accelera in 11”1, 10”8 la versione PDK.

Guida di certo più impegnata e fisica con il cambio manuale, che permette di fissare l’asticella del peso a 1.350 kg (60 kg meno della Cayman 2.0). Accorgimenti come la rimozione dell’infotainment (si può richiedere gratuitamente), l’adozione di maniglie a fibbia sulle portiere, sedili sportivi con regolazione elettrica solo a 2 vie, aiutano a bilanciare l’aggravio di peso del filtro del particolato, applicato al motore 2 litri boxer, un 4 cilindri che sviluppa 300 cavalli e 380 Nm di coppia motrice e spinge 718 Cayman T e 718 Boxster T fino ai 275 km/h. Il rapporto peso-potenza è di 4,5 kg/cv.

I particolari che differenziano le due 718 T da altre versioni di Cayman e Boxster, perlomeno osservandole da fermo, sono nei cerchi da 20 pollici con finitura lucida color Titanium grey, nello scarico sportivo con terminali accentrati, nelle grafiche a contrasto applicate sulle fiancate e nei loghi, proseguendo con il tessuto Sport-Tex impiegato su seduta e schienale dei sedili. Il volante GT, dalla corona da 360 mm di diametro è anch’esso di serie – i contenuti offerti dalla Touring consentono un risparmio tra il 5 e il 10% su un simile equipaggiamento creato su 718 con motore da 300 cavalli -. Già ordinabile in Italia, i prezzi sono stati fissati in 66.004 euro per Porsche 718 T Cayman e 68.078 euro nel caso di 718 T Boxster. Sei le colorazioni standard tra le quali scegliere, in aggiunta le tinte speciali Lava Orange e Miami Blue.