Un’EVO imprevedibile, che dalla EVO parte per andare in direzione ostinatamente contraria. Huracan ti riporta alla pista, alla prestazione pura tra i cordoli. Capita, invece, che a Sant’Agata Bolognese si ripercorra una strada già battuta in passato. Anni ‘70, di Urraco e Jarama Rally.

Lamborghini Huracan Sterrato è un concept che prova a sintetizzare gli opposti: il suv Urus e la supersportiva Huracan EVO.

Resta il motore da 640 cavalli, V10 aspirato in teoria destinato a respirare l’aria polverosa delle strade non battute. È un concept, esercizio di stile per immaginare che effetto fa una Huracan alta da terra. Un’idea, sui generis, di crossoverizzazione.

COSÌ SI PREPARA ALL'OFF-ROAD

Non mancano le protezioni in composito sulla carrozzeria, realizzate in una mescola di carbonio e resina elastomerica, utilizzata per i parafanghi, ad avvolgere carreggiate più ampie di 30 millimetri e cerchi da 20 pollici con gomme dalla spalla appena un po’ più generosa.

Non siamo al ribassato del “barra 30”, in fondo un concept da Sterrato deve prevedere la necessaria elasticità verticale necessaria dalle gomme. Le protezioni e rinforzi applicati sul fondo sono realizzati in alluminio, con la piastra in coda a svolgere il ruolo di diffusore. Altri accorgimenti specifici sono nelle applicazioni in alluminio sulle lame sottoporta, altri richiamo al mondo dell’off-road, come i passaruota aperti, per favorire l’estrazione dello sporco.

ALTEZZA DA TERRA "MONSTRE"

La fanaleria led supplementare caratterizza frontale e tetto, oltre alle barre longitudinali. L’assetto è gestito sempre dall’elettronica predittiva del Lamborghini Dinamica Veicolo Integrata, che analizza la dinamica di marcia e regola i parametri di funzionamento della trazione e la risposta delle sospensioni di conseguenza.

Assetto rialzato da terra di 47 millimetri, numeri buoni quasi per portare la Huracan Sterrato Concept ai valori di una berlina. Migliorano anche l’angolo d’attacco (+1%) e d’uscita (+6,5%), consapevoli di come i dati assoluti possano ben poco nel confronto con qualsiasi integrale specializzata per l’off-road.

A bordo, spazio a un roll-bar in titanio, piastre in alluminio sul pavimento e sedili a doppio guscio, in carbonio, con cinture a 4 punti.

VERSATILITÀ HURACAN

"La Huracán Sterrato non è altro che la rappresentazione dell’essenza pionieristica di Lamborghini. Nella sua combinazione di caratteristiche da supersportiva e capacità off-road, la Sterrato dimostra la versatilità della Huracán e crea un nuovo punto di riferimento in termini di emozioni di guida e prestazioni", ha affermato Maurizio Reggiani, Chief Technical Officer di Automobili Lamborghini. "I nostri team di design e R&D non smettono mai di esplorare nuovi orizzonti, proprio come vuole il DNA di Lamborghini, sfidando ciò che apparentemente sembra impossibile, ma sempre nel rispetto della nostra tradizione".