Ha stupito, lanciando sul mercato un’assistenza alla guida di Livello 3, tecnologicamente pronta e in grado di battere sul tempo le dirette rivali, Audi A8. Ha sfoggiato un corredo di sistemi di assistenza alla guida senza pari. Restava una casella da spuntare, un’alternativa ad altissime prestazioni. Una Audi S8.

Nel corso del terzo trimestre verrà lanciata sul mercato, con tutti i contenuti tipici dell’ammiraglia e un arricchimento che, ad esempio, sul fronte della sicurezza, offrirà l’Audi pre sense side. È una delle tante soluzioni che fanno ricorso alle sospensioni pneumatiche adattive offerte di serie.

Nell’imminenza di un impatto laterale, il corpo vettura viene rialzato di 80 mm, così da opporre un’area ancor più resistente e proteggere meglio i passeggeri. I valori di deformazione della cellula dell’abitacolo, così come le sollecitazioni subite dai passeggeri, vengono ridotte del 50%.

L’imponenza dell’ammiraglia da 5,17 metri riceve pochi accorgimenti al design. Particolari satinati silver, la proposta di luci posteriori Oled e di fari laser Matrix led davanti, entrambi a richiesta. Di serie, i quattro scarichi che annunciano un motore importante.

ROLLIO AZZERATO (O QUASI)

Il V8 4 litri TFSI è motore dai grandi numeri, 571 cavalli e 800 Nm di coppia, i primi a essere annunciati aspettando i dati sulle prestazioni. È accoppiato alla trasmissione quattro, con differenziale posteriore sportivo. Soprattutto, però, diventa centrale la proposta delle sospensioni adattive di tipo predittivo.

Molteplici possibilità di regolazione dell’assetto, dall’esaltazione del comfort a una scocca più frenata nei trasferimenti laterali.

Nel primo caso, grazie alle riprese della telecamera anteriore, l’elettronica regola in anticipo sul tratto di strada da affrontare la rigidità delle molle pneumatiche. Nel secondo, il rollio risulta contenuto grazie all’effetto “piega in curva”. La presenza delle sospensioni pneumatiche può inclinare la cassa del veicolo fino a 3° sull’interno della curva, possibilità alla quale si abbina una modalità di guida dynamic che limita a 2,5° il rollio grazie a una taratura più rigida delle sospensioni, dove il valore normale arriverebbe a 5°.

Cinque diverse regolazioni compongono l’Audi drive select, selettore in grado di trasformare il comportamento dell’ammiraglia, che trae beneficio sulle strade più tortuose dell’asse posteriore sterzante.

IL V8 È ATTENTO ALL'EFFICIENZA

Non rinuncia al mild-hybrid, S8. L’elemento starter-generatore a cinghia recupera energia nelle fasi di rallentamento e la immagazzina in una batteria compatta, dalla quale attinge per riattivare il motore dopo fasi di coasting a motore spento e dai frangenti di start&stop ampliato nelle velocità di inserimento.

È l’attenzione ai consumi che vale fino a 0.8 litri/100 km di risparmio, così come aiuta il Cylinder on Demand, spegnimento selettivo di metà dei cilindri del V8 quando non viene richiesta tutta la spinta del propulsore.

INTERNI OVATTATI

Resta ancora una funzione particolare da elencare di nuova Audi S8, ancora legata alla presenza delle sospensioni pneumatiche, di serie come le 4 ruote sterzanti. Ad auto spenta, una volta tirate le maniglie per salire a bordo, l’auto incrementa di 50 mm l’altezza da terra, così da avvicinare la seduta, per un accesso più agevole. Dettagli da grande stradista di lusso, che a bordo replica l’impianto ultra-tecnologico della plancia con tre ampli display e comandi fisici ridotti al minimo.

Posto che l’insonorizzazione possa, difficilmente, non soddisfare i palati più esigenti in termini di silenziosità a bordo, la presenza dell’impianto audio Bang&Olufsen neutralizza le frequenze fastidiose all’orecchio emettendo uguali frequenze ma di segno opposto, con l’Active noise cancellation. Il rombo del V8, quello, è musica da ascoltare senza filtri.