Lamborghini da record, trascinata dal super suv Urus. A Sant’Agata Bolognese la celebrazione dell’inaugurazione dell’impianto di verniciatura, il primo gestito anche dall’intelligenza artificiale oltre che dalle capacità artigiane di 200 lavoratori specializzati, è stata esaltata dai numeri di vendita.

Parole e musica del CEO Stefano Domenicali.Nel primo semestre 2019 abbiamo consegnato 4.553 vetture, incrementando del 96% rispetto al record del 2018. Di queste il 60% sono Urus e il 40% Huracan e Aventador”.

C’è da gonfiare il petto. “Numeri eccezionali, che ci porteranno a oltre 8.000 vetture consegnate nel 2019. Sarà la base per stabilizzarci. Lamborghini è arrivata a 1.750 dipendenti, il fatturato dovrebbe arrivare a 1.700 milioni di euro”.

Domenicali ha parlato a tuto tondo del Marchio. “La nostra crescita non potrà continuare all’infinito. Dobbiamo mantenere un approccio speciale con le nostre auto, ottenere marginalità e stare attenti alla concorrenza e a mondo, i nostri clienti per il 95% non sono italiani“.

Il futuro prossimo sarà ibrido, non elettrico.

Supercar elettriche al 100% non fanno parte del piano di sviluppo dei prossimi prodotti. Nel 2025 avremo tutta la gamma ibrida. Siamo attenti a quello che ci chiedono i nostri clienti. Una questione differente riguarda le nostre visioni, come Terzo Millennio, per un approccio sportivo e di differente sistemi di immagazzinamento di energia. Ma è appunto una visione, siamo qua per soddisfare la domanda”.

Che potrebbe chiedere nuovi modelli.

Se volessimo arrivare a quota 10.000 vetture, ma sempre mantenendo di identità ed esclusività, ci sarebbe bisogno di un ingresso. Quale tipologia di auto e soprattutto se fare una quarta Lamborghini lo dovremo discutere con tutti gli azionisti. E come sempre con i clienti”.

Infine i motori termici. Ci sarà qualche “scambio” verso Urus, qualche turbo per le sportive?

Aventador continuerà con il mitico V12, Urus potrebbe avere potenziamenti al suo V8 biturbo. Huracan a medio termine potrebbe passare a un propulsore sovralimentato. Servirà tempo”.