Il 5 marzo, alla vigilia dell'88° Geneva International Motor Show, si elegge l'Auto dell'Anno 2018, premio di cui il nostro magazine è organizzatore italiano. Alberto Sabbatini ha provato le sette finaliste sul proving ground di Balocco, tra cui la settima generazione di berlina bavarese, offerta con una vasta gamma di allestimenti e motori. I benzina vanno dai 184 cv della 4 cilindri 2.0 fino al V8 da 600 cavalli della nuova M5, una vera supercar capace di scattare da 0 a 100 km/h in 3”4: i diesel passano dai 190 cv del 4 cilindri 2.0 fino ai 400 cv della M550d.

Nuova Serie 5 ha fatto un notevole passo in avanti in fatto di tecnologia e guida autonoma: tra i sistemi disponibili ci sono il “remote 3d view” che consente tra l’altro du controllare l’auto a distanza dal proprio smartphone e di pre-riscaldare l’abitacolo. Nuovi anche il sistema di infotainment con display da 10,25 pollici e controllo gestuale, l’assistente automatico al parcheggio, nonché il sistema di parcheggio da remoto attraverso la chiave-tablet.

Alessandro Toffanin di Bmw Italia ci spiega perché Serie meriterebbe di essere la nuova Auto dell'Anno.