Il 5 marzo, alla vigilia dell'88° Geneva International Motor Show, si elegge l'Auto dell'Anno 2018, premio di cui il nostro magazine è organizzatore italiano. Alberto Sabbatini ha provato le sette finaliste sul proving ground di Balocco, tra cuI l'urban crossover Citroen. Giovane, dinamica e compatta, è in vendita con motori benzina 3 cilindri di 1,2 litri aspirato da 82 cavalli e turbo con potenze di 110 e 130 cavalli; la gamma diesel è composta dal 4 cilindri BlueHDi declinato in due potenze: 99 e 120 cv.

Tra i punti di forza del modello l’abitabilità: nonostante sia sviluppata sullo stesso pianale della C3, Aircross è più lunga di 16 cm e grazie alla modularità dei sedili si può trasportare di tutto, anche una tavola da surf. Ampia l’offerta di sistemi di assistenza alla guida, ben 12 che vanno dall’avviso di invasione di corsia, alla frenata d’emergenza, fino al rilevamento della stanchezza conducente. Per i più avventurosi è disponibile anche il grip control per affrontare senza problemi fondi sabbiosi e fango.

Elena Fumagalli di Citroen Italia ci spiega perché Citroen C3 Aircross meriterebbe di essere la nuova Auto dell'Anno.