Il giornale tedesco Handelsblatt ha diramato la notizia secondo cui, ai piani alti del Gruppo di Wolfburg, sia in previsone la possibilità di mettere (letteralmente) in campo una fabbrica di batterie. Una scelta che, al di là della ovvia questione di carattere tecnico, legata all'aumento della produzione di vetture sia elettriche sia ibride, cela in realtà la volontà di “pulire” un immagine che, soprattutto negli Usa, risente ancora dello scandalo dieselgate.

Una scelta, perché no, anche tattica, tesa a contrastare il potenziale a cui potrebbe arrivare Tesla proprio in materia di batterie e vetture elettriche. Al momento conferme non ne sono ancora arrivate, ma pare che la questione sarà discussa nel breve. Vero è che Volkswagen e i brand annessi e connessi si stiano preparando a lanciare un'imponente offensiva in termini di auto a basso impatto ambientale. Veicoli in cui la tecnologia elettrica ed ibrida la farà da padrone. Basti pensare ai concept e-tron e h-tron nati sotto l'egidia Audi.

Un atto di forza a cui una propria fabbrica di batterie pare un passo quasi obbligato, in virtù del volume di vetture a cui gli uomini Volkswagen vorrebbero tendere. Piani di conquista che necessitano di una capacità produttiva importante. Non essendo però ancora chiari i piani del Gruppo tedesco, è troppo presto per dire dove verrà allocato l'impianto.