Le ibride recuperano terreno sulle elettriche a 100%. Sarebbe un progresso al contrario o no? Le plug-in extended range attualmente sono forse la soluzione migliore.

Di certo la più gettonata in Europa. Ma negli USA le elettriche da danni sono decisamente più accattivanti, almeno per prestigio. Ma qualcosa, forse, è cambiato.

Infatti la Tesla Model S, sportiva, potente e innovativa berlina elettrica al 100%,  è sempre al comando nella classifica negli Stati Uniti delle auto elettriche e plug-in.

Ma non domina più, insidiata Chevrolet Volt. Ovvero la prima auto, che sfruttando un principio simile all'uovo di Colombo, ha ribaltato il concetto di ibrida: prima il motore elettrico e quello termico di supporto.

A maggio, la Model S è stata immatricolata in 1.200 esemplari, la Volt è arrivata a 1.100 esemplari. Da gennaio  la Model S è arivata a 8.390 unità rispetto alle 7.871 della Volt e le 5.535 di Ford Fusion Energy, altra plug-in.

Il futuro prossimo pare ancora delle ibride.