Si è presentata a Los Angeles promettendo di fare più strada, percorrerla più rapidamente e offrendo le ultime soluzioni hi-tech anticipate dalla sorella spinta con motore termico. Volkswagen e-Golf aggiorna la scheda tecnica e il lancio del restyling è l'occasione per annunciare anche il ritorno dello stabilimento di Dresda, la fabbrica trasparente, a impianto produttivo. Inizialmente su un turno, dal prossimo aprile. Produrrà la e-Golf, dopo che negli ultimi 12 mesi è stato spazio espositivo per i progetti di digitalizzazione e mobilità elettrica del marchio di Wolfsburg, che investirà 20 milioni di euro per l'adeguamento dello stabilimento. 

e-Golf migliora la capacità del pacco batterie agli ioni di litio, da 24,2 kWh è stata incrementata a 35,8 kWh, buoni per garantire un'autonomia di marcia nel ciclo NEDC (quello dai valori più favorevoli per i costruttori) dichiarata in 300 km con un consumo di 12,7 kWh/100 km. Correttamente il marchio sottolinea come la percorrenza, nell'uso quotidiano, sia superiore ai 200 km, comunque un bel passo avanti rispetto ai 130 km assicurati in passato. 

I tempi di ricarica sono annunciati in un'ora per avere già l'80% della carica totale, se si utilizza una stazione di ricarica di tipo DC a 40 kW, mentre dalla presa domestica serviranno poco meno di 6 ore. Migliora non solo l'autonomia ma anche la potenza del motore elettrico, da 85 a 100 kW, ovvero da 115 a 136 cavalli, con una coppia di 290 Nm, 20 più di prima.

Le prestazioni ricevono una spinta all'insù sotto forma di 0"8 in meno in accelerazione, da zero a cento orari bastano 9"6, la velocità massima è stata innalzata da 140 a 150 km/h (autolimitata). Gli interventi sul design riprendono le novità apportate con il restyling Golf 2017, fari full led anteriori e posteriori, paraurti modificati. A bordo, strumentazione Active Info Display con schermo da 12.3 pollici e infotainment declinato nella specifica top di gamma, con display da 9.2 pollici e comandi gestuali. Il corredo di sistemi tecnologici comprende la totale compatibilità di App Connect per il mirroring con lo smartphone e l'integrazione di Apple CarPlay e Android Auto, proseguendo con i servizi e-remote, grazie ai quali controllare la climatizzazione del veicolo e gestire la ricarica delle batterie via smartphone. 

Su e-Golf 2017 arrivano, infine, i sistemi di assistenza alla guida del Traffic Jam Assist, per la guida automatizzata fino a 60 km/h, il Front Assist con rilevamento dei pedoni e frenata d'emergenza automatica.