Viaggiare in souplesse senza pensieri e quasi senza spese. L'Audi A4 Avant g-tron è una vera alternativa a metano. Di lusso, certo, perchè costerà circa 41.000 euro, ma reale ed efficiente. Una station premium dai bassi costi d'esercizio, senza rinunciare alle prestazioni. E anche risparmio, rispetto anche alle auto elettriche o alle ibride plug-in. L’Audi A4 Avant  a metano con 19 kg di serbatoio a gas, quindi con 19 euro circa di spesa, percorre 500 km. In più ci sono i 25 litri di benzina verde, che portano l’autonomia teorica totale a circa 950 km.

Cuore a gas. Il 2.0 TFSI è dotato di un innovativo sistema di combustione. Ottimizzato da Audi (denominato «ciclo B»). I pistoni e le valvole, specificatamente trattati, consentono di ottenere una compressione ottimale. Il propulsore turbo adattato in funzione dell’alimentazione a metano eroga 170 CV.  A 1.650 giri è disponibile una coppia di 270 Nm. La versione dotata di cambio S tronic accelera da 0 a 100 km/h in 8,4 secondi, con una velocità massima di 221 km/h. L’Audi A4 Avant g-tron per 100 chilometri consuma 3,8 kg di metano (emissioni di 102 grammi di CO2 per chilometro).

Un regolatore elettronico riduce l’elevata pressione del gas metano (CNG = gas naturale compresso), proveniente dal serbatoio con valori fino a 200 bar, ad una pressione di esercizio da 5 a 10 bar nel motore. La regolazione della pressione è dinamica e precisa in funzione della potenza richiesta dal conducente. In questo modo nel sistema del gas e nelle valvole di iniezione è sempre presente la giusta pressione: bassa per la marcia efficiente ai regimi inferiori, alta per maggiore potenza e coppia.
Avendo il contenuto di carbonio più basso tra tutti gli altri idrocarburi, la combustione del metano sviluppa ben il 25% in meno di CO2 rispetto alla benzina. Anche le emissioni di particolato sono molto basse. Al momento una reale alternativa, per efficienza e potenziale ecologico.