L’idea è semplice e potenzialmente geniale: recuperare lo spirito spartano dei primi fuoristrada, rivitalizzandolo con la propulsione elettrica. Bollinger Motors è una start-up statunitense che ha recentemente presentato il suo progetto d'esordio, il B1. Ecco il primo sport utility elettrico pensato anche per i professionisti: disponibile (prossimamente) anche in versione pick-up, è progettato per trasportare oltre 27 quintali di materiali trainandone altrettanti.

A fronte di emissioni zero. Il B1, è infatti equipaggiato con tre motori elettrici, di cui due sull’asse anteriore, per garantire la trazione integrale e prestazioni da sportiva: meno di 5 secondi per lo scatto 0-100 km/h e velocità massima di poco superiore ai 200 km/h. L’autonomia massima è di 300 km optando per le batterie da 100 kWh (stessa potenza della versione top di gamma della Tesla Model S) e il tempo di ricarica da una presa domestica è di 12 ore.

B1 è progettato per affrontare off-road serio, non per divertirsi sulle strade bianche e il target di riferimento sono gli agricoltori americani, non certo i manager della new economy; a bordo c’è il minimo indispensabile, perché meno strumenti e sistemi si installano meno roba rischia di rompersi. L’obiettivo è di produrne tra i 10 e i 20 mila esemplari l’anno a un prezzo non ancora dichiarato ma che potrebbe assestarsi sui 60 mila dollari