Dalla prima mondiale, statica, al palcoscenico sul quale dovrà prendere bene le misure. Cupra e-Racer muove i primi metri in pista, a Zagabria, temperature elevate che non potrebbero essere miglior alleato, per mettere alla frusta e scoprire come operano tutti insieme i componenti dell’orchestra. Singolarmente testati a fondo, batteria, motori, elettronica di controllo, sistema elettrico, per la prima volta sono stati “diretti” dal Maestro: il pilota.

Confermati i numeri annunciati al debutto, aspettando un 2019 che dovrà essere di esordio nel campionato E-TCR, turismo elettrico. Dai quattro motori arriva una potenza di sistema pari a 408 cavalli (300 kW), con un picco massimo di 680 cavalli (500 kW) sostenibile per 10 secondi. Accelera in 3,2 secondi da zero a cento orari e la velocità massima dichiarata è di 270 km/h.

e-Racer, i numeri della sportività elettrica

E' il potenziale alimentato dall’energia fornita dalle 6.072 celle che compongono il pacco batteria. Per una quantificazione più diretta, equivale ad avere a bordo 9.000 batterie per smartphone. I tempi di ricarica? In 40 minuti si è pronti per tornare in pista.