Arriverà, per primo, sulle ibride. Poi sarà la volta delle Hyundai e delle Kia esclusivamente con motore termico, infine, debutto sulle elettriche a batteria. Non uno ma tre specifiche di tetto con pannelli solari integrati, per sfruttare fonti energetiche alternative nei processi di ricarica e di ottimizzazione dei sistemi a motore termico.

La prima applicazione si avrà sui veicoli a marchio Hyundai e Kia nel corso del 2019, interesserà modelli ibridi, sui quali il tetto solare, tecnologia sviluppata all’interno del gruppo coreano, contribuirà con percentuali variabili, tra il 30 e il 60%, alla ricarica della batteria che compone il sistema. Nell’arco di una giornata la quantità di energia prodotta e destinata all’auto sarà influenzata dalle condizioni ambientali e dal meteo, con una produzione massima potenziale del pannello in 100 watt/ora, riferimento misurato in condizioni ideali, di un cielo estivo di mezzogiorno.

“In futuro ci aspettiamo di vedere diverse tecnologie di generazione di elettricità integrati nei nostri veicoli. Il tetto solare è il primo e fa sì che le automobili non siano più dei sistemi che consumano passivamente energia ma inizieranno a produrla attivamente”, ha commentato Jeon-Gil Park, vice presidente esecutivo della Divisione ingegneria e progettazione del gruppo Hyundai.

L'integrazione dei pannelli solari nel tetto è una strada percorsa anche da Toyota, a offrire una soluzione simile su Prius. La prima generazione destinata ai veicoli ibridi sarà seguita dalla seconda, che ha la particolarità, un'anteprima mondiale, nell'abbinamento delle celle siliconiche nelle quali si genera la corrente dai raggi solari al tetto panoramico in vetro. La specifica di secondo tipo, pertanto, sarà semitrasparente. L’abbinamento a veicoli alimentati esclusivamente da un motore endotermico è rivolto alla riduzione delle emissioni di Co2 mediante la riduzione del carico di lavoro sostenuto dal propulsore per alimentare i dispositivi elettronici di bordo.

La terza frontiera, attualmente in fase di test, guarda all’integrazione dei pannelli solari sul tetto o sul cofano “motore” delle auto elettriche a batteria.

Il tetto solare di Hyundai si compone del pannello con celle siliconiche, un controller di gestione del voltaggio e del flusso energetico e una batteria nella quale stoccare l’energia generata, in alternativa impiegabile direttamente per alimentare i dispositivi di bordo.