È sbarcata in Italia, prima volta dal vivo nello store Tesla a Milano, Model 3. Aspettando le prime consegne nel corso del 2019, ecco arrivare le caratteristiche della berlina elettrica in versione Dual Motor e i prezzi di listino.

Numeri che dicono di due varianti, una votata alle massime prestazioni, l’altra a estrarre il massimo potenziale in termini di autonomia di marcia per singola carica. Così, i cerchi da 20 pollici, le sospensioni ribassate, i freni maggiorati e lo spoiler in fibra di carbonio raccontano la Tesla Model 3 Performance e anticipano prestazioni velocistiche da 3,7 secondi in accelerazione sullo 0-100 km/h per 250 km/h di velocità massima.

Accettare un compromesso appena al ribasso ripagherà con 14 chilometri di autonomia in più, accettare di accelerare in 4”8 sullo zero-cento e fermarsi ai 233 km/h di punta massima. Così, Tesla Model 3 arriva a percorrere 544 km nel ciclo WLTP, contro il dato dichiarato di 530 km della proposta Performance. Sono le cifre che interessano di più della Model 3 "europea".

Entrambe con lo schema Dual Motor, l’adeguamento della coppia motrice sui sue assi avviene in appena 10 millesimi di secondo, tanto basta a rilevare su quali ruote scaricare la potenza. Dalla scheda tecnica emerge anche il dato legato alle masse in gioco, 1.847 kg dichiarati per una berlina da 4,70 metri di lunghezza, con il logico fardello del pacco batterie a incidere sulla costruzione in acciaio e alluminio. In rapporto agli ingombri, lo spazio disponibile nel bagagliaio è sufficiente ma certo non da record se confrontato con modelli simili per dimensioni: 425 litri di volume utile pongono Model 3 sul piano di una berlina compatta di segmento C molto spaziosa anziché un modello di segmento D.

Detto dell’autonomia, Tesla anticipa il tempo necessario per ricaricare 270 km di percorrenza dalle postazioni Supercharger: mezz’ora e si riparte.

Altri dati interessanti diffusi dettagliano la presenza di sensori e telecamere a governare gli ADAS, 12 sensori a ultrasuoni, un radar frontale con 160 metri di copertura utile davanti al veicolo, telecamere per un monitoraggio a 360 gradi. Il tutto per gestire le funzioni di Autopilot (di serie) e assistenza alla guida (sorpasso in autostrada assistito, cruise control adattivo, anticollisione laterale, parcheggio autonomo e uscita da spazi angusti). Specifiche, i mantenimento attivo della corsia, l'adeguamento della velocità al traffico, il parcheggio autonomo e l'uscita comandata da spazi stretti, che saranno oggetto di un pacchetto da 5.400 euro extra.

Andrà a incidere su prezzi di listino che partono da 59.600 euro per Tesla Model 3 Dual Motor ad autonomia estesa e da 70.700 euro per Tesla Model 3 Performance.