Continua il sostegno di Volvo a LifeGate PlasticLess, la lotta alle plastiche nei mari italiani. Un sostegno iniziato lo scorso anno con Volvo Car Italia grazie all'installazione di tre dispositivi Seabin nei porti di Marina di Varazze, Marina di Cattolica e Venezia Certosa Marina. Nel 2019 sposano la causa ambientale anche alcuni concessionari della rete, contribuendo al posizionamento di nuovi dispositivi nei porti strategici del Paese. Ogni dispositivo Seabin cattura più di mezza tonnellata di rifiuti plastici l’anno, tra cui microplastiche e microfibre. 

L'operazione rafforza il legame tra Volvo e LifeGate, punto di riferimento in Italia per lo sviluppo sostenibile che diventa ancora più centrale in relazione alla delicata tematica della salvaguardia dei mari. A tal proposito è intervenuta Chiara Angeli, Direttore Sales & Marketing Volvo Car Italia: “Il fatto che alcuni dei nostri concessionari più attivi e sensibili abbiano deciso di seguire e ampliare quanto iniziato da Volvo Car Italia lo scorso anno è un segnale assai forte e significativo della cultura di sostenibilità che permea l’intera organizzazione Volvo in ogni sua parte. Una volta di più Volvo dimostra come valori quali la cura o il rispetto per l’ambiente siano elementi costitutivi del DNA del marchio e si tramutino sempre in azioni concrete a favore della salute del nostro pianeta finalizzate, in ultima analisi, a migliorare la qualità di vita delle persone”. 

A suggellare la collaborazione con LifeGate, a giugno si terrà un evento al Volvo Studio Milano. La Casa svedese, dunque, continua con la sua cultura di sostenibilità, impianto ridotto sull’ambiente e responsabilità civica. Un ulteriore esempio è rappresentato dal ciclo di incontri aperti al pubblico, fino a giugno, con lo Chef Stellato Claudio Sadler e l’esperta di alimentazione sostenibile Lisa Casali per trattare la tematica delle abitudini alimentari sostenibili. 

Sostenere il progetto LifeGate PlasticLess è solo una delle tante iniziative di Volvo a favore della sostenibilità. La Casa automibilistica, infatti, è stata la prima ad annunciare nel 2017 un programma di elettrificazione di tutti i nuovi veicoli lanciati dopo il 2019. Annuncio rafforzato dal dichiarato obiettivo di raggiungere, entro il 2025, il 50% di fatturato globale con vetture elettriche. 

Altri traguardi, più o meno a breve termine, riguardano ancora le plastiche, in questo caso specifico quelle monouso. Entro il 2019 Volvo vuole eliminarle dai suoi uffici, dalle mense e da ogni evento aziendale, optando per soluzioni sostenibili. Mentre, entro il 2025, la Casa svedese stima che il 25% delle plastiche utilizzate per la costruzione delle nuove auto verrà da materiali riciclati.