È solo l’inizio. Per la prima volta a livello nazionale, il numero delle auto elettriche in circolazione supera quello delle auto a combustibili fossili. È un soprasso storico. Il Paese protagonista è la Norvegia, manco a dirlo uno dei maggiori produttori di gas e petrolio dell’Europa Occidentale. La Norwegian Road Federation, l’ente che controlla il mercato delle automobili, ha reso noti i numeri del mese di marzo: grazie soprattutto alle consegne della Model 3 di Tesla, c’è stata un’impennata nella quota di mercato delle auto elettriche. Ma trainano moltissimo anche i modelli elettrici  Volkswagen eGolf, Bmw i3, Nissan Leaf (la più venduta nell’intero 2017) e la recente Audi e-Tron.

Il 58,4% delle auto vendute è a zero emissioni. La crescita è raddoppiata negli ultimi 12 mesi: nel 2018 si era toccato il 31,2%, mentre nel 2017 il 20,8%. Dall’inizio del 2019 il 48,4% degli acquisti a quattro ruote dei norvegesi riguarda un veicolo elettrico: se si andasse avanti di questo passo, per la prima volta l’elettrico avrà la maggioranza assoluta nell’intero anno.  

Trasporto sostenibile, Legambiente: Milano al top, Roma arranca

Le quote superiori a quelle delle macchine a combustibili fossili sono un dato storico. Parlano i numeri: cinque anni fa le elettriche circolanti erano poco più di 10mila. Al 31 marzo 2019 sono in tutto 226mila. In totale, nel mese appena concluso, in Norvegia sono state vendute 18.375 auto: 10.732 sono elettriche e la metà di queste sono esclusivamente  Model 3 della Tesla (5.800 vetture).

Le vetture a batteria in Norvegia, nel 2030, potrebbero essere 1 milione e mezzo. Un numero impressionante, quello fornito da Terje Moe Gustavsen, direttore della Norwegian Public Roads Administration, se si pensa che gli abitanti sono 5 milioni. Ma se si dovesse andare avanti di questo passo, ovvero che su ogni tre macchine acquistate due sono elettriche, allora tra pochi anni sarà possibile fermare la commercializzazione di auto con motori tradizionali. Questo è un obiettivo che la Norvegia ha fissato di raggiungere entro il 2025. 

Tesla, la gamma è S 3 X Y

I vantaggi sono numerosi per chi guida una macchina a zero emissioni nel Paese scandinavo: i pedaggi autostradali non si pagano e i parcheggi sono gratis. Inoltre, in molti casi, la ricarica della batteria avviene senza costi. Il Governo del Paese scandinavo concede anche l’eliminazione dell’IVA al 25%. Si stanno facendo passi da gigante e proseguendo per questa strada, già a fine 2019, oltre il 50% delle auto immatricolate sarà elettrico.