Visionaria, come dev’essere un’idea che guarda al 2035. Bentley EXP 100 GT celebra i 100 anni di storia della casa inglese, all’insegna del lusso e ricercatezza.

Elettrica da 700 km di autonomia, immaginando un’evoluzione delle batterie che renda possibile una ricarica in 15 minuti fino all’80%. È il lato “comune” della granturismo, come i numeri: i 300 km/h di velocità massima e i 2”5 immaginati per uno 0-100 km/h da hypercar.

Conta però altro. Il lusso sostenibile che accompagna una proposta ecologica nella motorizzazione, con quattro motogeneratori elettrici e 1.500 Nm di coppia motrice.

COLORE AL... RISO 

Dettagli? Eccoli: la tinta carrozzeria è realizzata con pigmenti sintetici ottenuti da scarti della lavorazione del riso. Colorazione Compass. Gli interni rivelano rivestimenti in simil-pelle, un materiale organico ottenuto dal processo di produzione del vino.

I tappeti sono in lana, le cuciture in cotone, ma è nel mix di legno Riverwood con infusioni di rame che si raggiunge la vetta: legno ottenuto da alberi caduti naturalmente e conservati nelle torbiere.

Auto funebri di lusso: le 5 supercar che non ti aspetti al funerale - FOTO

BENTLEY AI SU CRISTALLO CUMBRIA

L’eccellenza artigianale è anche nelle superfici in cristallo Cumbria, integrate nella “plancia” e sul tunnel, spazi virtuali sui quali interagire con l’assistente personale Bentley mediante comandi gestuali. È un assistente di tipo predittivo, in grado di segnalare i punti di interesse lungo un tragitto, gli eventi ed esperienze “luxury” e suggerire possibili viaggi.

Le portiere non sono solo apertura necessaria per accedere nel mondo Bentley EXP 100 Concept, di una granturismo del futuro. Sono elementi composti internamente da pannelli Oled integrati, con i quali interagire. La visione sul futuro della mobilità extralusso di Bentley è di un veicolo che può essere guidato o sostituirsi totalmente al guidatore e diventare spazio nel quale viaggiare da passeggeri.

SEDILI ADATTIVI

Le sedute, rivestimenti e materiali a parte, si caratterizzano per avere sensori biometrici in grado di rilevare la temperatura corporea, la posizione del passeggero, la pressione sanguigna, altri sensori scansionano i movimenti del capo e gli occhi dei passeggeri. Sedute in grado di modificare il supporto in modo attivo, variando il contenimento in funzione della posizione del corpo sul sedile.

Raccontano tante soluzioni i 5.80 metri di lunghezza di Bentley EXP 100 GT. Ad esempio, le portiere da 2 metri di ampiezza, che diventano torrette all’apertura, sfiorando i 3 metri con il sistema d’apertura a elitra.

Integrano parte del tetto, ovviamente trasparente. E, ovviamente, hi-tech nella presenza di tanti prismi che catalizzano la luce ambientale e la trasferiscono all’interno attraverso un sistema di fibre ottiche.

L’ambiente interno offre i massimi livelli di pulizia dell’aria grazie a un purificatore installato nel bagagliaio.

Nuova Bentley Flying Spur, il lusso cambia volto

STILE FUTURISTICO DAI TRATTI REALI

EXP 100 GT è la visione sul futuro del marchio che, avanguardie a parte svela uno stile con i tratti Bentley ben presenti e, chissà, una direzione possibile per una produzione un po’ meno lontana nel tempo che non il 2035 immaginato.

La calandra e i gruppi ottici anteriori, l’andamento spiovente del cofano, la lunga linea del tetto che snellisce e affila un profilo da 5 metri e 80 di lunghezza (per 2 metri e 40 di larghezza), il volume scavato al posteriore, nel quale sono inseriti i fari e una superficie OLED con grafiche dinamiche.

Stilemi ultramoderni ed eleganza del passato che si fondono in un progetto che poggia su una struttura in alluminio e carbonio, in grado di limitare ad appena 1.900 kg il peso.