Mirafiori si attrezza, Fiat 500 elettrica si prepara. Lo sviluppo della nuova generazione della 500e va su strada e i primi muletti sono stati avvistati in California. Fase ancora iniziale, affrontata con una 500 nella specifica di stile antecedente gli interventi di restyling, "base" per la raccolta dati e le verifiche dei sistemi.

Trattasi della versione elettrica per indizi chiari, a partire dal triangolo giallo obbligatorio sui veicoli di sviluppo alimentati a batteria.

L’unico dettaglio degno di nota che emerge dal muletto è l’installazione del pacco batterie, ovviamente tra gli assi, internamente al passo, piuttosto sporgente. Valutazioni da rileggere alla luce dell'architettura elettrica e inedita per il gruppo, che ottimizzerà ingombri e alloggiamento delle componenti.

Fiat Centoventi Concept, l'elettrico personalizzabile

Nuova Fiat 500 elettrica verrà presentata a inizio 2020, il Salone di Ginevra l'appuntamento atteso. Nei giorni scorsi, a Mirafiori, Pietro Gorlier ha definito i volumi produttivi di riferimento, per un progetto sul quale FCA ha investito circa 700 milioni di euro.

La base tecnica che andrà sotto linee della carrozzeria - necessariamente in evoluzione sulla 500 per come la conosciamo – sarà del tutto diversa dalla 500 con motore termico, che continuerà a essere prodotta, si aggiornerà nelle motorizzazioni, introducendo una componente mild-hybrid che ne ridurrà le emissioni inquinanti.