Una nuova proposta per le auto del futuro arriva dagli Usa. A promuoverla è la Indigo Technologies, un’azienda del del Massachusetts che ha prodotto e realizzato il T1, un prototipo di motore elettrico che può essere collocato direttamente all’interno di una ruota.  

L’idea di posizionare il motore nelle ruote e, quindi, in una posizione diversa da quella anteriore o posteriore nel veicolo non è nuova nella storia delle automobili. I tentativi precedenti, tuttavia, non si sono rivelati efficaci per la difficoltà di inserimento di componenti meccaniche come cinghie e ingranaggi e per l’eventuale accresciuta pesantezza delle ruote stesse che avrebbe reso l’automobile difficile da guidare.  Il prototipo della Indigo, destinato alle auto elettriche, sembra aver ovviato a questi limiti.

Auto elettriche, negli Usa ricarica robotica e automatizzata

Auto elettriche, come funziona il motore prototipo T1

La Indigo ha presentato la sua innovazione in un video. Il prototipo T1 funziona a 48 volt, non ha un albero di trasmissione e comprende al suo interno i freni nonché un sistema di regolazione per sospensioni e sterzate realizzato riducendo, al minimo, la presenza di componenti meccaniche pesanti.  Il T1, inoltre, ha un peso ridotto rispetto ai motori elettrici tradizionali ed è dotato di batterie che si ricaricano più velocemente, sfruttando le fasi di frenata.

Nobe 100: e-car a tre ruote che si parcheggia sui muri

Con il T1, inoltre, ogni ruota può essere indipendente dalle altre, particolare che può consentire al veicolo che lo ha in dotazione di ottenere maggiore stabilità e una migliore tenuta su strada anche su percorsi impervi o con ostacoli.
Al momento la Indigo sta effettuando test sul prototipo e non prevede la commercializzazione del motore nell’immediato. Sono in corso, tuttavia, contatti con diverse case automobilistiche per valutare la possibilità di inserimento del T1 sui veicoli di nuova generazione anche a guida autonoma.