Si aggiudica un importante riconoscimento, BMW Serie 7. Oltre 550 esperti in costruzioni e sviluppo delle carrozzerie hanno partecipato alla 17ma conferenza Global Car Body Benchmarking, decretando il successo dell'ammiraglia e conferendogli l'EuroCarBody Award 2015, premio conquistato grazie alla costruzione Carbon Core sfoggiata sulla sesta generazione della berlina. Risultato da sottolineare perché ha ottenuto un punteggio di 41,87 su 50, il più alto mai raggiunto dal 2002, anno di istituzione del premio. Carbon Core significa anzitutto partire dalla tecnologia impiegata sulle BMW i, caratterizzate da una cellula dell'abitacolo interamente in CFRP (Carbon Fiber Reinforced Plastic), polimero che sulla Serie 7 è stato "mixato" con acciaio a resistenza super-elevata per creare un ibrido, grazie al quale si è potuto rivedere il dimensionamento dei lamierati intorno al montante B, ottenendo un importante risparmio di peso. Si tratta del premio più prestigioso per le innovazioni tecnologiche nel campo specifico delle strutture e carrozzerie per autoveicoli, area che ha contribuito alla riduzione fino a 130 kg del peso complessivo dell'ammiraglia se confrontata con la generazione precedente. Per dare un metro di paragone ancor più immediato, BMW spiega che l'attuale generazione pesa quanto l'esemplare del 1994: in mezzo ci sono 20 anni di evoluzione, con standard di sicurezza, tecnologici, di comfort e intrattenimento straordinariamente più elevati.

La gallery di BMW Serie 7

Oltre al CFRP e all'acciaio ad alta resistenza, in grado di assicurare al Carbon Core una rigidità superiore della cellula abitacolo e contestualmente un peso inferiore, c'è la "componente" alluminio, impiegato estensivamente per realizzare portiere e il cofano motore. Nella graduatoria stilata alla conferenza Global Car Benchmarking, BMW Serie 7 ha preceduto Audi Q7 e Cadillac CT6. f.p.