Volkswagen è entrata nel Centro tedesco di Ricerca per l’Intelligenza Artificiale (DFKI), la maggiore e più rinomata istituzione scientifica specializzata nell’intelligenza artificiale a livello mondiale.

In questo modo Volkswagen rafforza le proprie attività di ricerca nel campo delle tecnologie digitali.“L’intelligenza artificiale è una tecnologia chiave per la guida autonoma e perciò un investimento nel nostro futuro” ha dichiarato Matthias Müller, Presidente del Gruppo Volkswagen. “Ci aspettiamo che l’ingresso in DFKI dia un nuovo impulso per la digitalizzazione dei nostri stabilimenti e la progressiva automazione dei processi aziendali”.

Oltre alla ricerca sull’intelligenza artificiale, il DFKI è specializzato nei campi della robotica, dell’industria 4.0 e dei sistemi di assistenza alla guida.

In un progetto comune, Volkswagen e il DFKI hanno perciò iniziato a sviluppare ulteriormente l’architettura software ROCK, che consente una collaborazione stretta e diretta tra esseri umani e robot. Il sistema è stato presentato in una configurazione molto prossima alla produzione all’IT-Symposium 2016 di Volkswagen AG.

Le caratteristiche principali includono la misurazione delle condizioni ambientali attraverso diversi sensori, un sistema di rilevamento ed elusione di collisione e il controllo gestuale intuitivo.

Tra i risultati della collaborazione tra Volkswagen e il DFKI c’è il prototipo di un sedile intelligente in grado di rilevare la stanchezza del conducente